COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Cianocobalamina

La cianocobalamina è utilizzata per mantenere i livelli ematici di vitamina B12 entro intervalli considerati normali. È impiegata sia nel trattamento che nella prevenzione di carenze associate ad altri problemi di salute, per esempio l’anemia perniciosa.

 

 

Che cos’è la cianocobalamina?

La cianocobalamina è una forma di vitamina B12. Agisce rimpiazzando la vitamina B12 nell’organismo.

 

 

Come si assume la cianocobalamina?

La cianocobalamina può essere somministrata mediante iniezioni, sotto forma di gel o spray nasali o per via orale.

 

 

Effetti collaterali della cianocobalamina

Fra i possibili effetti avversi dell’assunzione di cianocobalamina è inclusa una lieve diarrea temporanea.

 

È importante rivolgersi subito a un medico in caso di:

  • rash
  • orticaria
  • prurito
  • difficoltà respiratorie
  • senso di oppressione al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua
  • dolore, gonfiore o sensibilità al polpaccio
  • sensazione di gonfiore a tutto il corpo
  • febbre, brividi o mal di gola persistente
  • battito cardiaco irregolare
  • debolezza o crampi muscolari
  • fiato corto
  • lividi o emorragie

 

 

Controindicazioni e avvertenze

I prodotti a base di cianocobalamina possono contenere alcol benzilico.

 

Prima della somministrazione è bene informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, ad altri farmaci, ad altre sostanze (in particolare al cobalto) o ad alimenti
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare colchicina, acido para-aminosalicilico, antibiotici, metotressato, pirimetamina, cloramfenicolo o altri farmaci che possono avere un effetto sul midollo osseo e vitamine
  • se si soffre (o si ha sofferto) di infezioni, malattia di Leber, uremia, anemia o carenze di ferro o acido folico
  • se si è vegetariani
  • se si beve alcol regolarmente
  • in caso di gravidanza o allattamento

 

L’alcol può ridurre l’efficacia del trattamento.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici