COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Tacrina

La tacrina agisce a livello del sistema nervoso centrale inibendo in modo reversibile l'acetilcolinesterasi, l'enzima che degrada il neurotrasmettitore alla base dei meccanismi di trasmissione dell'impulso nervoso compromessi in caso di Alzheimer (l'acetilcolina). La sua azione migliora i sintomi cognitivi associati alla malattia.

 

A cosa serve la tacrina?

La tacrina viene utilizzata per trattare i sintomi dell'Alzheimer.

 

Come si assume la tacrina?

La tacrina si assume sotto forma di capsule per uso orale. In genere la posologia è di 4 capsule al giorno, da assumere a stomaco vuoto (1 ora prima o 2 ore dopo i pasti).

 

Effetti collaterali della tacrina

Fra i possibili effetti avversi della tacrina sono inclusi:

È bene rivolgersi subito a un medico se l'assunzione di tacrina scatena:

 

Controindicazioni e avvertenze associate all'uso di tacrina

Prima di osservare apprezzabili benefici, la tacrina deve essere assunta regolarmente per qualche settimana.
Prima di assumere il farmaco è bene avvisare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo o ad altri farmaci
  • degli altri medicinali che si stanno assumendo, in particolare i farmaci simili all'atropina, quelli per trattare raffreddore, sinusite o allergie, il betanecol, la cimetidina, i Fans, la teofillina, i farmaci contro l'ulcera e gli integratori di vitamine
  • se di soffre (o si è sofferto) di ulcere, convulsioni, problemi alle vie urinarie, asma, ittero associato all'assunzione di tacrina, e malattie cardiovascolari, renali, epatiche, polmonari o gastriche
  • di gravidanza o allattamento.

Durante l'assunzione è necessario fare attenzione al rischio di sonnolenza mentre si è alla guida o se si manovrano macchinari pericolosi e, in caso di interventi chirurgici o odontoiatrici, avvisare sempre medici e dentisti del fatto di essere in trattamento con tacrina.