COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Naltrexone

Il naltrexone è un antagonista degli oppioidi. Agisce riducendo il desiderio di alcol e bloccando l'effetto di farmaci e droghe oppiacei.

 

A cosa serve il naltrexone?

Abbinato a un adeguato supporto psicologico e sociale il naltrexone aiuta chi ha smesso di bere o di assumere droghe a non cedere alla dipendenza.

 

Come si assume il naltrexone?

Il naltrexone si assume per via orale sotto forma di compresse.
Quando la terapia viene seguita a casa occorre prevedere in genere l'assunzione di una compressa al giorno, mentre negli ospedali e nelle cliniche può essere somministrato una volta al giorno, ogni 2 giorni, ogni 3 giorni o tutti i giorni tranne la domenica.

 

Effetti collaterali del naltrexone

Fra i possibili effetti collaterali del naltrexone sono inclusi:

È importante rivolgersi subito a un medico nel caso in cui l'assunzione di naltrexone è associata a:

 

Controindicazioni e avvertenze del naltrexone

Il naltrexone non deve essere utilizzato da chi fa ancora uso di droghe o beve ancora quantità eccessive di alcolici.

Prima di assumere il farmaco è inoltre bene informare il medico:

  • di eventuali allergie al naltrexone, al naloxone, ad altri farmaci oppiacei o a qualsiasi altro medicinale
  • dell'eventuale assunzione (anche nei 10 giorni precedenti) di narcotici, di droghe, di metadone, di farmaci contro la diarrea o la tosse o di antidolorifici
  • degli altri medicinali, fitoterapici o integratori assunti, ricordando di citare in particolare disulfiram e tioridazina
  • se si soffre (o si ha sofferto) di depressione o di disturbi ai reni
  • in caso di gravidanza o allattamento

È inoltre importante informare chirurghi e dentisti di un trattamento con naltrexone in corso.