COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Cabergolina

La cabergolina è utilizzata nel trattamento di disturbi associati a livelli elevati di prolattina, sia se a causarne l'aumento siano tumori dell'ipofisi sia se si tratta di problemi dalle cause sconosciute.

Che cos'è la cabergolina?

La cabergolina agisce bloccando la secrezione di prolattina da parte dell'ipofisi.

Come si assume la cabergolina?

La cabergolina viene somministrata per via orale.

Effetti collaterali della cabergolina

La cabergolina può causare disturbi del comportamento.

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante rivolgersi subito a un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze

La cabergolina può essere controindicata in caso di pressione alta, problemi alle valvole cardiache, disturbi associati a fibrosi e assunzione di butirrofenoni, metoclopramide, fenotiazine, tioxanteni o triptani.

Prima dell'assunzione è bene informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, ad altri farmaci (in particolare ai derivati dell'ergot), ad altre sostanze o ad alimenti
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare macrolidi, butirrofenoni, metoclopramide, fenotiazine, tioxanteni e triptani e qualsiasi prodotto che potrebbe abbassare la pressione o causare problemi alle valvole cardiache
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi epatici o pressione alta (anche in seguito a una gravidanza)
  • in caso di gravidanza o allattamento

La cabergolina può compromettere le capacità di guidare e manovrare macchinari pericolosi; questo effetto può essere aggravato dall'alcol e da alcuni medicinali. Alcolici, caldo, attività fisica e febbre possono inoltre peggiorare i capogiri indotti dalla cabergolina; per questo è importante alzarsi lentamente, soprattutto al mattino, e sedersi alle prime avvisaglie di giramenti di testa.