COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Acido etacrinico

L'acido etacrinico è un diuretico dotato di una notevole azione inibente il riassorbimento degli elettroliti soprattutto a livello del tratto ascendente dell'ansa di Henle, somministrato per via orale o endovenosa a pazienti con gravi forme edematose che non rispondono adeguatamente ad altri diuretici.
Il meccanismo di azione non è ancora chiaro, ma si ritiene agisca inibendo il riassorbimento degli ioni del sodio (Na+) lungo tutto il nefrone, reagendo con i gruppi solfidrilici delle proteine cellulari.

 

A cosa serve l'acido etacrinico?

Il principale obiettivo dell'acido etacrinico è, come accade per tutti i diuretici, quello di favorire la produzione e l'eliminazione dell'urina. In particolare questo farmaco viene utilizzato per lo più su pazienti con gravi forme edematose che non rispondono adeguatamente al trattamento a base di altri diuretici.

 

Come si assume l'acido etacrinico?

L'acido etacrinico viene somministrato per via orale o endovenosa.

 

Effetti collaterali dell'acido etacrinico

I principali effetti avversi riconosciuti dovuti all'utilizzo di questo farmaco sono:

 

Controindicazioni e avvertenze associati all'uso dell'acido etacrinico

L'acido etacrinico è controindicato nelle donne in gravidanza, che allattano e nei bambini di età inferiore ai due anni. Deve inoltre essere somministrato con cautela in pazienti affetti da cirrosi epatica avanzata. Al pari di altri diuretici può portare al coma epatico.