COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Interferone alfacon-1

L’interferone alfacon-1 viene utilizzato nel trattamento delle infezioni a lungo termine da virus dell’epatite C nei pazienti che hanno già compiuto i 18 anni di età.

 

 

Che cos’è l’interferone alfacon-1?

Il meccanismo d’azione esatto dell’interferone alfacon-1 non è noto. Si pensa che possa uccidere direttamente il virus dell’epatite C, impedirne la riproduzione o modulare le risposte scatenate dall’organismo contro il virus.

 

 

Come si assume l’interferone alfacon-1?

L’interferone alfacon-1 viene somministrato mediante iniezioni.

 

 

Effetti collaterali dell’interferone alfacon-1

L’interferone alfacon-1 può causare o aggravare problemi di salute come disturbi autoimmuni, problemi neuropsichiatrici, ischemie o infezioni. Inoltre può scatenare sintomi simil influenzali, aumentare i livelli di zuccheri nel sangue e il rischio di problemi psichiatrici e dell’umore (inclusi pensieri o comportamenti suicidi).

 

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

 

È importante contattare subito un medico in caso di:

  • rash
  • orticaria
  • prurito
  • difficoltà respiratorie
  • senso di oppressione o dolore al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua
  • raucedine insolita
  • pensieri strani
  • feci scure
  • sangue nelle feci o nella diarrea
  • dolore alla mascella o al braccio sinistro
  • urine scure
  • aumento o diminuzione della minzione
  • svenimenti
  • battito cardiaco accelerato o irregolare
  • febbre alta, brividi o mal di gola persistenti
  • perdita delle capacità di coordinazione
  • problemi d’umore o del comportamento nuovi o in peggioramento
  • problemi alla vista nuovi o in peggioramento
  • intorpidimento a un braccio o a una gamba
  • debolezza da un solo lato del corpo
  • capogiri o mal di testa forti o persistenti
  • forti mal di stomaco o lombalgie
  • fiato corto
  • difficoltà a parlare
  • forte vomito improvviso
  • stomaco gonfio
  • sintomi di iperglicemia
  • istinti suicidi o omicidi
  • lividi o emorragie
  • stanchezza o debolezza insolite
  • strani cambiamenti di peso
  • ittero

 

 

Controindicazioni e avvertenze

L’interferone alfacon-1 è controindicato durante la gravidanza (o in previsione di una gravidanza), alle donne che allattano al seno, in caso di epatite autoimmune e di alcuni problemi al fegato.

 

Prima della somministrazione di interferone alfacon-1 è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, ad alimenti o ad altre sostanze (in particolare ai prodotti ottenuti da Escherichia coli)
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare telbivudina e qualunque farmaco che potrebbe indebolire il sistema immunitario
  • se si è mai stati in trattamento per l’epatite C
  • se si soffre (o si ha sofferto) di diabete, trigliceridi alti, pressione alta, insonnia, problemi cardiaci, epatici, alla tiroide, agli occhi, ai polmoni o respiratori, polmonite, cancro, problemi intestinali, epatite B, infezione da HIV, problemi renali, indebolimenti del sistema immunitario, livelli bassi di cellule del sangue, malattie autoimmuni, disturbi emorragici, trombi, problemi al pancreas, disturbi psichiatrici o dell’umore
  • in caso di infarto
  • in caso di trapianti
  • in caso di istinti suicidi
  • in caso di alcolismo o abuso di sostanze (anche in passato)
  • in caso di gravidanza o allattamento

 

Inoltre prima dell’inizio della terapia e durante il suo corso sono raccomandati opportuni esami della vista, soprattutto se si soffre di diabete o di pressione alta.

 

L’interferone alfacon-1 può compromettere le capacità di guidare, di manovrare macchinari o di eseguire compiti pericolosi. Questo effetto avverso può essere aggravato dall’alcol e da alcuni medicinali, ad esempio miorilassanti e sonniferi.

 

È importante informare medici, chirurghi e dentisti dell’assunzione di interferone alfacon-1.
Inoltre durante il trattamento sia i pazienti uomini che le pazienti donne devono utilizzare efficaci metodi contraccettivi.

Il marchio di interferone alfacon-1 utilizzato non deve essere cambiato senza prima averne parlato con il proprio medico.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici