COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Enciclopedia

Antivirali

Gli antivirali sono farmaci il cui utilizzo è mirato a combattere numerose infezioni virali o per fornire protezione, generalmente per un breve periodo, nei confronti dell'infezione stessa. Agiscono inibendo una delle varie fasi del ciclo replicativo del virus (assorbimento e penetrazione del virus nella cellula ospite; trascrizione e traduzione del genoma virale; assemblaggio e maturazione dei virioni, ovvero le particelle virali complete). Possono avere azione terapeutica e preventiva.

Esistono diversi tipi di farmaci antivirali, ognuno dei quali specifico per combattere un particolare tipo di virus:

  • Farmaci anti virus influenzali: amantadina, in grado di contrastare il virus influenzale A; zanamivir e oseltamivir attivi contro i virus influenzali di tipo A e B, compresi i ceppi resistenti all'amantadina;
  • Farmaci anti viruserpetici: aciclovir è l'antivirale di riferimento per la terapia anti-herpes. Trova impiego sia contro l'Herpes labiale e genitale (Herpes simplex) che contro la varicella e l'Herpes-zoster. Ci sono poi valaciclovir, penciclovir e famciclovir che hanno uno spettro d'azione simile all'aciclovir, ma maggiori effetti collaterali. Contro questi virus possono essere utilizzati anche l'idoxuridina e la vidarabina (quest'ultima soprattutto contro l'Herpes simplex);
  • Farmaci anti virus epatici: interferoni, per il trattamento di diversi tipi di epatiti e la ribavirina, utilizzata nell'epatite cronica da virus dell'epatite C;
  • Farmaci anti HIV: la terapia HAART, Highly Active Anti-Retroviral Therapy, ovvero terapia antiretrovirale altamente attiva consiste nell'uso associato di più antivirali nella terapia dell'infezione da HIV: questa associazione è necessaria poiché con la monoterapia questo virus diventa facilmente resistente. Tra gli antivirali utilizzati contro il virus dell'HIV ci sono la zidovudina o AZT, il fosamprenavir e il metilsoprinolo.
  • Farmaci contro i virus della famigliaPoxviridae: trifluridina e metisazone (le infezioni causate dai poxvirus determinano generalmente la comparsa di lesioni cutanee nodulari o pustolose).

 

Come si assumono gli antivirali?

Gli antivirali esistono in commercio sotto forma di compresse, capsule o sospensione da assumere per via orale, oppure sotto forma di soluzioni per iniezioni. Esistono inoltre creme che permettono l'uso topico degli antivirali (utili ad esempio in caso di Herpes labiale).
Gli antivirali devono sempre essere utilizzati dietro prescrizione medica e seguendo strettamente le indicazioni del medico riguardo alla posologia e alle modalità di assunzione. Non farlo potrebbe ridurre l'assorbimento del farmaco o rendere inutile il trattamento, o ancora stimolare lo sviluppo della farmaco-resistenza.
La durata del trattamento varia molto da caso a caso: alcune infezioni (come quella dell'Herpes simplex, ad esempio) possono richiedere pochi giorni di assunzione, mentre altre (come quella dell'Herpes-zoster) possono rendere necessario proseguire la terapia antivirale per 1 o 2 settimane. Il virus dell'HIV necessita poi di un trattamento che dura anni il cui obiettivo è - per ora - quello di impedire la replicazione virale nell'organismo (e non l'eradicazione completa dell'infezione, che rimane cronica) così da ridurre i danni provocati al sistema immunitario.

 

Controindicazioni degli antivirali

A produrre effetti indesiderati sono soprattutto gli antivirali utilizzati nella terapia dell'infezione da HIV. In generale, comunque, gli effetti avversi dei farmaci antivirali possono essere riassunti come segue:

  • disturbi gastrointestinali: nausea, vomito, diarrea, dolori addominali;
  • disturbi dermatologici: bruciore, eritema, dolore;
  • disturbi muscolo-scheletrici: dolori muscolari e articolari, debolezza muscolare;
  • alterazioniematologiche: diminuzione di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine;
  • disordini metabolici: disfunzioni epatiche, renali e del pancreas;
  • disturbi centrali: emicrania, confusione, letargia, tremori, convulsioni, coma, allucinazioni, stato di agitazione, sopore, comportamento aggressivo, atassia, parestesie.

In gravidanza e allattamento la somministrazione di antivirali richiede un'attenta valutazione dei benefici clinici e dei rischi potenziali. In generale il loro uso è sconsigliato.