COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Talidomide

La talidomide è utilizzata insieme al desametasone per trattare il mieloma multiplo. Da sola o in combinazione con altri farmaci è utilizzata anche nel trattamento e nella prevenzione dei sintomi dell'eritema nodoso leproso.
Trova inoltre impiego nel trattamento di alcuni disturbi dermatologici associati a gonfiore e irritazioni, di alcune complicanze dell'infezione da HIV.
In passato è stata utilizzata anche nel trattamento di altre forme tumorali, di forti cali di peso associati a indebolimento del sistema immunitario, complicanze del trapianto di midollo osseo e malattia di Crohn.

 

 

Che cos'è la talidomide?

La talidomide è un agente immunomodulatore. Agisce rinforzando il sistema immunitario e bloccando l'azione di sostanze che causano gonfiore.

 

 

Come si assume la talidomide?

La talidomide viene somministrata con farmaco per via orale, sotto forma di capsule.

 

 

Effetti collaterali della talidomide

La talidomide può causare danni ai nervi gravi e permanenti. Inoltre in caso di mieloma multiplo (soprattutto quando si assumono anche altri chemioterapici, come il desametasone) la talidomide aumenta il rischio di formazione di coaguli di sangue nelle braccia, nelle gambe o a livello polmonare.

 

Fra gli altri suoi possibili effetti collaterali sono inclusi:

 

 

È importante contattare subito un medico in caso di:

 

 

Controindicazioni e avvertenze della talidomide

La talidomide è controindicata in gravidanza.


Prima di assumerla è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, ad alimenti o ad altre sostanze
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare antidepressivi, barbiturici, clorpromazina, didanosina, ansiolitici, psicofarmaci, anticonvulsivanti, chemioterapici, reserpina, sedativi, farmaci contro l'insonnia e tranquillanti
  • se si soffre (o si ha mai sofferto) di infezione da HIV, AIDS, globuli bianchi bassi o convulsioni
  • in caso di gravidanza o allattamento

 

La talidomide può alterare le capacità di guidare e di manovrare macchinari pericolosi e causare gravi capogiri quando ci si alza velocemente. Per questo è bene alzarsi lentamente, soprattutto al mattino.
Alcuni dei suoi effetti avversi possono essere aggravati dall'alcol.

Durante il trattamento e nelle quattro settimane successive alla sua interruzione non bisogna donare sangue.


Inoltre a partire da quattro settimane prima dell'inizio dell'assunzione di talidomide e per quattro settimane dopo la sua interruzione sia le donne fertili che gli uomini devono affidarsi ad almeno due forme efficaci di contraccezione.