COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Prometazina

La Prometazina può essere prescritta per trattare sintomi allergici come prurito, naso che cola, starnuti, occhi che prudono o che lacrimano, orticaria e rash cutanei pruriginosi.

Trova inoltre impiego nella prevenzione del mal d'auto e nel trattamento della nausea e del vomito o del dolore post-chirurgico.
Infine, può essere utilizzata come sedativo o per favorire il sonno.

Che cos'è la Prometezina?

La Prometazina è una fenotiazina ed agisce modificando l'effetto di alcune molecole sul cervello. Inoltre agisce anche come antistaminico, bloccando, appunto, l'azione dell'istamina.

Come si assume la Prometezina?

A seconda dei casi la Prometazina può essere assunta per via orale, rettale o mediante iniezioni intramuscolari o direttamente in vena.

Effetti collaterali della Prometezina

Fra i possibili effetti avversi della prometazina sono inclusi:

È importante interrompere l'assunzione e contattare subito un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze della prometazina

La Prometazina può compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi, soprattutto se assunta insieme ad alcolici o ad altri medicinali.
Il farmaco è controindicato prima dei 2 anni di età. Prima di assumerlo è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci (in particolare ai solfiti e a medicinali simili alla prometaziona, come clorpromazina, flufenazina, mesoridazina, perfenazina, proclorperazina, tioridazina o trifluoperazina) o a qualsiasi alimento
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare litio, atropina, benzatropina, belladonna, dimenidrinato, scopolamina, farmaci per la pressione, anticoagulanti, broncodilatatori, farmaci per la vescica o per la minzione, MAO inibitori, farmaci contro il Parkinson o medicinali per la cura delle ulcere gastriche o della sindrome dell'intestino irritabile
  • se si soffre (o si ha sofferto) di asma, BPCO, apnee del sonno o altri problemi respiratori, convulsioni, depressione del sistema immunitario, glaucoma, ipertrofia prostatica o problemi di minzione, ulcere o ostruzioni gastriche, malattie cardiache o pressione alta, feocromocitoma o ipocalcemia
  • in caso di gravidanza o di allattamento al seno
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici