COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Natalizumab

Il natalizumab è utilizzato nel trattamento di alcune forme di sclerosi multipla. In genere è utilizzato nei casi in cui i pazienti non possono essere sottoposti ad altre terapie o non hanno reagito come sperato ai trattamenti somministrati.
Il natalizumab torva inoltre impiego nel trattamento di alcuni casi gravi di malattia di Crohn.

Che cos'è il natalizumab?

Il natalizumab è un anticorpo monoclonale. Il suo esatto meccanismo di funzionamento non è noto, ma si pensa che possa bloccare l'ingresso di alcune cellule infiammatorie nel cervello. Questa azione potrebbe aiutare a rallentare la progressione della sclerosi multipla.

Come si assume il natalizumab?

In genere il natalizumab viene somministrato mediante iniezioni.

Effetti collaterali del natalizumab

Il natalizumab può essere associato a gravi infezioni del sistema nervoso centrale da parte degli herpes virus. Inoltre il farmaco può causare gravi problemi epatici ed essere associato a pericolose reazioni allergiche.

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante contattare subito un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze

Il natalizumab è controindicato in caso di leucoencefalopatia multifocale progressiva. Inoltre non dovrebbe essere assunto nei pazienti con malattia di Crohn in trattamento con immunosoppressori o inibitori del TNF-alfa.

Prima del trattamento è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco (in particolare all'aspirina o ad altri Fans), ad alimenti o ad altre sostanze
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare corticosteroidi, antineoplastici, immunomodulatori, immunosoppressori e inibitori del TNF-alfa
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi al fegato, al sistema immunitario, febbre, herpes, fuoco di Sant'Antonio, infezioni, condizioni che possono indebolire il sistema immunitario,
  • in caso di trapianto
  • in caso di chemioterapia o trattamenti a base di radiazioni
  • se si sa se si è positivi oppure no agli anticorpi contro il virus John Cunningham (JCV)
  • in caso di gravidanza o allattamento

Il natalizumab può compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi. Questo effetto avverso può essere aggravato dall'alcol e da alcuni medicinali.

È importante informare medici, chirurghi e dentisti del trattamento con natalizumab.
Inoltre durante la terapia è importante consultarsi con un medico prima di sottoporsi a una vaccinazione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici