COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Allopurinolo

L'iperuricemia è una condizione clinica caratterizzata da eccessiva concentrazione di acido urico nel plasma, elevate concentrazioni del quale possono comportare, alla lunga, lo sviluppo di patologie più gravi come la gotta e la calcolosi renale. L'aumento della produzione di acido urico dipende dall'incremento dell'attività dell'enzima xantina-ossidasi, in grado di mediare la trasformazione di due sostanze, la xantina e l'ipoxantina, in acido urico, determinando pertanto un accumulo nell'organismo di questa sostanza. L'Allopurinolo è in grado di legare la xantina-ossidasi inibendone l'azione e riducendo sensibilmente le concentrazioni ematiche di acido urico. Funziona dunque come inibitore dell'enzima xantina-ossidasi.
 

A cosa serve l'allopurinolo?

L'allopurinolo viene utilizzato nel trattamento dell'iperuricemia, della gotta e della litiasi uratica.
 

Come si assume l'allopurinolo?

L'allopurinolo viene somministrato per bocca, sotto forma di compresse o di granulato per sospensione orale.
 

Effetti collaterali dell'allopurinolo

Il trattamento con allopurinolo può dar vita a diversi effetti collaterali anche in base alla personale sensibilità del soggetto, alle sue condizioni di salute, al dosaggio e alla durata della terapia. In generale, comunque, sono elencati tra gli effetti collaterali riconosciuti dovuti all'assunzione di allopurinolo:

  • disturbi gastrointestinali: nausea, vomito, dolori addominali;
  • disturbi neurologici e sistemici: malessere, sonnolenza, alterazioni del visus e del gusto;
  • disturbi a carico del fegato: epatotossicità;
  • disturbi cardiovascolari: ipertensione;
  • disturbi a carico del sistema nervoso: astenia, parestesie, neuropatie;
  • disturbi ematologici;
  • reazioni da ipersensibilità con rash cutaneo, febbre, vasculiti.
     

Controindicazioni e avvertenze dell'allopurinolo

Particolare attenzione deve essere posta nella somministrazione del farmaco a pazienti nefropatici ed epatopatici.

Data l'assenza di studi riguardanti il profilo di sicurezza del farmaco nei confronti della salute del nascituro e del lattante, l'assunzione di Allopurinolo è sconsigliata sia durante la gravidanza che durante l'allattamento al seno.
L'assunzione di allopurinolo potrebbe ridurre le capacità del paziente nell'utilizzo dei macchinari e nella guida degli autoveicoli.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici