COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Raloxifene

Il raloxifene è utilizzato per ridurre il rischio di sviluppare tumori al seno invasivo in alcune donne che hanno già affrontato la menopausa.
Inoltre è impiegato nel trattamento e nella prevenzione dell'osteoporosi in menopausa.

Che cos'è il raloxifene?

Il raloxifene è un modulatore selettivo dei recettori estrogenici. Bloccando quelli presenti nei tessuti dell'utero e della mammella riduce il rischio di tumore al seno invasivo.
Inoltre riduce la perdita si tessuto osseo e l'aumento della fragilità ossea con cui possono avere a che fare le donne dopo la menopausa.

Come si assume il raloxifene?

Il raloxifene si somministra per via orale, sotto forma di compresse.

Effetti collaterali del raloxifene

Fra i possibili effetti avversi del raloxifene sono inclusi:

  • vampate
  • aumento della sudorazione
  • dolori articolari
  • crampi alle gambe

È importante contattare subito un medico in caso di:

  • rash
  • orticaria
  • prurito
  • difficoltà respiratorie
  • senso di oppressione o dolore al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua
  • perdite vaginali anomale
  • dolore alla schiena o a un fianco
  • vista appannata
  • perdita della vista
  • altri problemi alla vista
  • dolore, sensibilità, gonfiore, noduli o perdite a livello del seno
  • sangue nell'espettorato
  • confusione
  • sintomi simil influenzali
  • dolori, sensazione di calore o gonfiore a gambe o polpacci
  • debolezza a un lato del corpo
  • fiato corto
  • difficoltà a parlare
  • gonfiore di mani, braccia, gambe o piedi
  • emorragie

Controindicazioni e avvertenze

Il raloxifene non deve essere assunto prima della menopausa, durante la gravidanza e l'allattamento, nel caso in cui si abbia mai avuto a che fare con trombi nelle gambe, nei polmoni o negli occhi e se si stanno assumendo resine a scambio anionico o estrogeni.
L'assunzione del farmaco non è indicata nel caso degli uomini.

Prima del trattamento è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, ad alimenti o ad altre sostanze
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare estrogeni, resine a scambio anionico, diazepam, diazossido, lidocaina e anticoagulanti
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi al fegato o ai reni, tumori (in particolare al seno), problemi cardiovascolari, pressione alta e sindrome da malassorbimento intestinale
  • in caso di ictus o attacco ischemico transitorio
  • in caso di rischio di ictus o problemi cardiaci
  • in caso di interventi chirurgici programmati
  • se si è fumatori
  • se si bevono alcolici
  • in caso di salute molto precaria
  • se si ha mai avuto a che fare con trigliceridi alti durante l'assunzione di estrogeni
  • in presenza di gravi casi di trombosi in famiglia
  • in caso di gravidanza o allattamento

Durante il trattamento è importante seguire il programma di alimentazione e attività fisica prescritto dal medico.

È importante informare medici, chirurghi e dentisti dell'assunzione di raloxifene, che dovrebbe essere interrotta almeno 72 ore prima di un intervento chirurgico o di una situazione che costringerà seduti o a letto per un lungo periodo.
Inoltre in caso di lunghi viaggi è bene evitare di rimanere seduti troppo a lungo e cercare di muoversi il più possibile.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici