COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Capecitabina

La capecitabina è un antimetabolita che agisce bloccando o rallentando la crescita delle cellule tumorali.

A cosa serve la capecitabina?

Utilizzata da sola o in combinazione con altri farmaci trova impiego nel trattamento delle recidive di cancro al seno o delle forme di tumore mammario che non rispondono ad altri farmaci.
Viene inoltre utilizzata nel trattamento di forme di cancro al colon-retto che stanno peggiorando o metastatizzando o per evitare la diffusione del cancro al colon dopo un intervento chirurgico per la rimozione del tumore.
A volte è utilizzata anche in caso di tumori allo stomaco in fase avanzata di sviluppo.

Come si assume la capecitabina?

La capecitabina viene somministrata per via orale sotto forma di compresse. La posologia è in genere di 2 dosi al giorno – una al mattino e una alla sera – da assumere per 2 settimane, che sono seguite da una settimana di interruzione prima di un nuovo ciclo.
Le compresse devono essere assunte entro 30 minuti da un pasto con un bicchiere d'acqua senza essere masticate.

Effetti collaterali della capecitabina

Quando assunta insieme ad anticoagulanti la capecitabina può scatenare pericolose emorragie.
Fra gli altri possibili effetti avversi del farmaco sono inoltre inclusi:

È inoltre bene contattare subito un medico se la capecitabina scatena:

Controindicazioni e avvertenze della capecitabina

Prima della somministrazione di capecitabina è bene informare il medico:

  • di eventuali allergie alla principio attivo, ai suoi eccipienti, al fluorouracile o a qualsiasi altro farmaco
  • degli altri medicinali, fitoterapici o integratori assunti, ricordando di menzionare soprattutto fenitoina, leucovorina o acido folico
  • in caso di carenza dell'enzima diidropirimidina deidrogenasi
  • se si soffre (o si ha sofferto) di malattie a reni, fegato o cuore
  • in caso di gravidanza o allattamento.
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici