COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Idrocodone

L'idrocodone è utilizzato nel trattamento del dolore cronico grave.

Che cos'è l'idrocodone?

L'idrocodone è un antidolorifico narcotico. Agisce interagendo con i recettori degli oppioidi nel cervello, scatenando una serie di reazioni che inibiscono il rilascio di alcuni neurotrasmettitori. Inoltre inibisce il rilascio di alcuni ormoni (vasopressina, somatostatina, insulina e glucagone) e riducono l'eccitabilità dei neuroni interferendo con l'attività di alcuni canali presenti sulla loro superficie.

Come si assume l'idrocodone?

L'idrocodone viene somministrato per via orale.

Effetti collaterali dell'idrocodone

L'idrocodone può rallentare o arrestare il respiro.

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante rivolgersi subito a un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze

L'idrocodone può essere controindicato in caso di asma, problemi respiratori o blocchi gastrointestinali. Inoltre durante la gravidanza potrebbe causare gravi sintomi di astinenza nel bambino.

Prima dell'assunzione è bene informare il medico:

  • di allergie ai principi attivi, ad altri farmaci, ad altre sostanze o ad alimenti
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare pillole per dormire, miorilassanti, altri antidolorifici, farmaci contro l'ansia o la depressione e anticonvulsivanti
  • in caso di recente somministrazione di altri mezzi di contrasto
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi respiratori, malattie polmonari, tumori al cervello, convulsioni, malattie psichiatriche, problemi di minzione, malattie epatiche o renali, sindrome del QT lungo, blocchi gastrointestinali, problemi alla cistifellea, al pancreas o alla tiroide
  • in caso di traumi cranici
  • in caso di abuso di droghe (anche in passato)
  • in caso di alcolismo (anche in passato)
  • in caso di gravidanza o allattamento

L'idrocodone può compromettere le capacità di guidare e di manovrare macchinari pericolosi.
Inoltre se utilizzato in modo improprio può causare dipendenza, overdose e decesso.

Durante il trattamento non bisogna assumere alcolici.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici