COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Dicloxacillina

La dicloxacillina è utilizzata nel trattamento delle infezioni batteriche. Può essere per esempio utile in caso di bronchite, polmonite o faringite.

Che cos'è la dicloxacillina?

La dicloxacillina uccide i batteri interferendo con la sintesi della loro parete cellulare.

Come si assume la dicloxacillina?

La dicloxacillina viene somministrata per via orale, a stomaco vuoto (almeno un'ora prima o due ore dopo un pasto).

Effetti collaterali della dicloxacillina

L'uso ripetuto o a lungo termine della dicloxacillina può causare una seconda infezione. Inoltre il trattamento può ridurre l'efficacia dei contraccettivi a base ormonale.

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante contattare subito un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze

La dicloxacillina non deve essere assunta insieme a tetracicline.

Prima del trattamento è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci (in particolare alle penicilline, cefalosporine o altri antibiotici beta-lattamici), alimenti o qualsiasi altra sostanza
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare tetracicline, anticoagulanti, metotressato o contraccettivi orali
  • se si soffre (o si ha sofferto) di diarrea o infezioni intestinali
  • in caso di gravidanza o di allattamento al seno
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici