COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Intossicazione alimentare

Si distinguono quattro tipologie di intossicazione alimentare: quella dovuta a tossine vegetali e animali, quella causata da tossine di origine chimica (farmaci, pesticidi, metalli, additivi), quella da tossine di microrganismi (batteri, virus, parassiti, muffe) e quella di tossine derivanti dalla biodecomposizione degli alimenti (è il caso delle sindrome sgombroide, intossicazione alimentare acuta che si verifica con alcuni tipi di pesce in cui è presente una tossina a causa della cattiva conservazione).
L'intossicazione alimentare può essere dovuta all'ingestione di alimenti contaminati o a una carenza nelle norme igieniche nella preparazione e nella conservazione del cibo.

 

Quali sono i sintomi associati all'intossicazione alimentare?

I sintomi dell'intossicazione alimentare variano a seconda della sostanza ingerita e del quantitativo. Possono manifestarsi disturbi di tipo gastrointestinale (come vomito, dissenteria, dolori addominali), ma anche secchezza a livello della bocca, difficoltà a comunicare, visione doppia, difficoltà a deglutire, tachicardia o problemi cutanei (rossore, orticaria).
Spesso sono presenti anche cefalea improvvisa e sudorazione. 

 

Cosa fare in caso di intossicazione alimentare?

In caso di intossicazione alimentare è consigliato chiamare tempestivamente un centro antiveleni o il pronto soccorso, riferendo che cosa si è mangiato e in quali quantità.

 

Cosa non fare in caso di intossicazione alimentare?

In caso di intossicazione alimentare è bene assumere farmaci, non aspettare che i sintomi passino da soli, non ricorrere a inutili rimedi casalinghi (per esempio bere latte).

 

 

Disclaimer: le informazioni contenute in quest'articolo non sostituiscono in alcun modo l'intervento o le indicazioni degli operatori di primo soccorso e forniscono solo semplici suggerimenti per tenere sotto controllo la situazione nell'attesa dei soccorsi.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici