COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Sorbitolo

Che cosa è il sorbitolo?

Il sorbitolo è un sostituto dello zucchero. Dal punto di vista chimico si tratta di un polialcol naturalmente presente nella frutta.

 

A cosa serve il sorbitolo?

Le proprietà dolcificanti del sorbitolo fanno sì che questo polialcol sia proposto come alternativa allo zucchero a basso apporto di calorie. Le sue proprietà iperosmotiche richiamano invece acqua nel colon, facendo del sorbitolo un lassativo adatto a rendere più morbide le feci in caso di costipazione. Inoltre viene utilizzato come sostituto della saliva (?!) in caso di secchezza delle fauci, come diuretico (per indurre la produzione di urina) e per procedure di irrigazione (lavaggio) della vescica durante la prostatectomia transuretrale o altri interventi chirurgici transuretrali.

L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha approvato il claim secondo cui il consumo di cibi o bevande contenenti sorbitolo in sostituzione dello zucchero contribuisce al mantenimento della mineralizzazione dei denti riducendo la loro demineralizzazione. Per poter utilizzare questo claim è però necessario che le quantità di sorbitolo aggiunte a cibi e bevande siano tali da non ridurre il pH della placca al di sotto di 5,7 sia durante che nei 30 minuti successivi al loro consumo.

Inoltre l’Efsa ha autorizzato il claim secondo cui i cibi e le bevande contenenti sorbitolo in sostituzione dello zucchero inducono un minore aumento del glucosio nel sangue dopo il loro consumo rispetto ai cibi e alle bevande contenenti zucchero; il sorbitolo aiuta quindi a ridurre la risposta glicemica post-prandiale. Per poter utilizzare questo claim è però necessario che le quantità di sorbitolo aggiunte a cibi e bevande siano tali da ridurre il contenuto di zuccheri della quantità specificata dell’Allegato al Regolamento (CE) N. 1924/2006.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

L’assunzione di sorbitolo non è priva di possibili effetti collaterali. In particolare, questo sostituto dello zucchero può causare problemi gastrointestinali, come un improvviso e forte gonfiore addominale, crampi all’addome, nausea, vomito, diarrea e irritazione a livello anale. In un caso specifico in cui è stato assunto insieme a carbone attivo il sorbitolo è stato associato anche a un aumento eccessivo delle concentrazioni di sodio nel sangue. 

 

 

Disclaimer  

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.