COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Paba

Che cosa è il paba?

Il Paba o acido para-aminobenzoico (in inglese para-aminobenzoic acid) è un aminoacido costituente l’acido folico. È un fattore di crescita indispensabile per numerosi organismi inferiori, che lo utilizzano per la sintesi dell’acido folico. Diverse sono le fonti alimentari di Paba: tra le più importanti ci sono i cereali integrali, il fegato, il lievito di birra e la melassa, ma anche le patate, le arachidi, i cavoli, la lattuga, i funghi e i pomodori (anche se è da ricordare che questa sostanza è molto delicata dal punto di vista chimico-fisico: ad esempio è termolabile, viene cioè distrutta se sottoposta a cottura).

 

A cosa serve il paba?

L'acido para-aminobenzoico rientra nel documento del Ministero della Salute "Altri nutrienti e altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico" e in particolare nell'elenco "Sostanze senza apporto massimo giornaliero definito".
Diversi sono i benefici che deriverebbero dal consumo di Paba, grazie ai quali questa sostanza è disponibile in commercio all'interno di diversi integratori. Tanto per iniziare, a livello molecolare l'acido para-aminobenzoico riveste un ruolo di primaria importanza nella sintesi dell'acido folico, è fondamentale per il metabolismo proteico e favorisce l'efficacia dell'acido pantotenico. L'acido para-aminobenzoico, poi, promuove la sintesi di melanina, e viene quindi utilizzato per la prevenzione e il trattamento delle scottature solari e in particolare nel lenire il dolore a queste connesso (è infatti uno degli ingredienti delle creme per la protezione dai raggi solari). Per rimanere in ambito dermatologico Paba sembra essere in grado di trattare diverse condizioni come vitiligine, pemfigo e dermatomiosite. Secondo altri studi, poi, l'acido para-aminobenzoico sembra essere in grado di incrementare la presenza di ossigeno nel sangue arterioso. Inoltre viene impiegato anche per il trattamento di altre condizioni molto differenti tra loro come sclerodermia, infertilità femminile, artrite e febbre reumatica.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

Tra gli effetti collaterali più frequenti legati all'assunzione di Paba ci sono sintomi a carico del sistema gastro-intestinale come nausea e vomito. È da tenere presente che questa sostanza è un’antagonista dei sulfamidici (o sulfonamidi), farmaci antibiotici che, sebbene ormai risultino obsoleti, vengono tutt'oggi impiegati nel trattamento di alcune patologie. 

 

 

Disclaimer  

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.