COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Isoflavoni

Che cosa sono gli isoflavoni?

Gli isoflavoni sono un gruppo di composti fitonutrienti con azione antiossidante. Fanno parte della categoria dei fitoestrogeni, sostanze di origine vegetale simili agli estrogeni sia dal punto di vista strutturale che dal punto di vista funzionale. In ambito alimentare gli isoflavoni si trovano principalmente nella soia e in altri legumi (tra cui lenticchie e ceci); quantità inferiori si rilevano anche in altri cibi (ad es. cereali integrali e finocchio). Tra gli isoflavoni più noti ci sono genisteina e diazeina, entrambi presenti nella soia.

A cosa servono gli isoflavoni?

Gli isoflavoni rientrano nel documento stilato dal Ministero della Salute "Altri nutrienti e altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico" e in particolare nell'elenco "Sostanze con apporto massimo giornaliero definito". Secondo il Ministero della Salute la dose massima per assumere in sicurezza queste sostanze è 80 mg al giorno (indicazione valida per isoflavoni come la genisteina o per isoflavoni in miscela).

Tra gli effetti più importanti che vengono attribuiti agli isoflavoni rientrano la protezione dei recettori degli estrogeni, la riduzione degli effetti collaterali della menopausa e la riduzione dei livelli del colesterolo e la protezione delle cellule dell'organismo dal danno ossidativo.

Per quanto riguarda la riduzione degli effetti della menopausa, gli isoflavoni sembrano essere di aiuto sino a partire dal periodo della premenopausa riducendo i sintomi tipici di questa condizione - quali le vampate di calore - e contribuendo a migliorare  l'aspetto estetico (soprattutto pelle e capelli); sembrano inoltre di aiuto nel mantenere la mobilità delle articolazioni e il mantenimento della densità minerale ossea durante questo particolare periodo della vita femminile.

Attualmente non risultano claim autorizzati dall’Efsa (l'Autorità europea per la sicurezza alimentare) specifici per prodotti a base di isoflavoni.

Avvertenze e possibili controindicazioni

L'assunzione di isoflavoni può comportare insorgenza di mal di stomaco o nausea. Reazioni allergiche gravi a prodotti a base di queste sostanze sono rare: è bene però avvertire il medico nel caso in cui si noti un qualsiasi sintomo di reazione allergica grave (rash cutaneo, prurito, gonfiore specialmente se a carico di viso, lingua o gola, forti capogiri, problemi di respirazione). Sebbene in gravidanza e allattamento il consumo di isoflavoni mediante l'alimentazione risulti sicuro, è bene invece evitare il consumo di integratori a base di queste sostanze dal momento che non sono ancora noti gli eventuali effetti che il consumo di quantità maggiori potrebbe sortire.

 

Disclaimer 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.