COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Acido eicosapentaenoico

Che cos’è l’acido eicosapentaenoico?

L’acido eicosapentaenoico (EPA) è un acido grasso appartenente alla serie degli omega 3.

 

A cosa serve l’acido eicosapentaenoico?

Sembra che l’acido eicosapentaenoico possa rallentare la coagulazione del sangue e combattere dolore e gonfiori. Il motivo per cui lo si assume più spesso è però il mantenimento di una buona salute cardiovascolare. Da questo punto di vista secondo l’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) i prodotti che contengono EPA in combinazione con DHA possono riportare claim secondo cui:

  • EPA e DHA contribuiscono al normale funzionamento del cuore, se si assumono almeno 250 mg di EPA e DHA al giorno;
  • EPA e DHA contribuiscono al mantenimento di una normale pressione sanguigna, se si assumono 3 g di EPA e DHA al giorno;
  • EPA e DHA contribuiscono al mantenimento dei valori di trigliceridi nel sangue nella norma, se si assumono 2 g di EPA e DHA al giorno purché non si tratti di prodotti destinati ai bambini.

L’assunzione di EPA viene però suggerita anche nel trattamento della depressione, della schizofrenia, dei disturbi dell’umore e della sindrome da deficit di attenzione/iperattività, della psoriasi, del diabete di tipo 2, della fibrosi cistica, dei sintomi della menopausa, dell’asma e di malattie polmonari e del lupus eritematoso sistemico. Inoltre è stato ipotizzato che possa aiutare a ridurre il rischio di cancro alla prostata e di Alzheimer. Le prove scientifiche a sostegno di questi impieghi dell’EPA non sono però sufficienti a giustificarli e diverse indicazioni d’uso proposte non sono state approvate dall’EFSA.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

L’acido eicosapentaenoico può abbassare la pressione sanguigna; per questo è necessario fare attenzione ad assumerlo nel caso in cui si sia in trattamento con farmaci antipertensivi. Inoltre dato che sembra rallentare la coagulazione del sangue, potrebbe interferire con l’assunzione di anticoagulanti e antiaggreganti. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.
L’EPA potrebbe influenzare la respirazione nelle persone ipersensibili all’aspirina. Anche in questo caso se si hanno dei dubbi è bene esprimerli al proprio medico prima di iniziare ad assumere un integratore a base di acido eicosapentaenoico.

 

Disclaimer  
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione