COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

West Nile Virus (anticorpi IgG)

Che cos’è il virus del Nilo Occidentale e perché si misurano gli anticorpi IgG?

Il virus del Nilo occidentale è un virus a RNA appartenente alla famiglia dei Flaviviridae, responsabile della malattia di West Nile o febbre di West Nile. L’isolamento del virus avvenne per la prima volta nel 1937 nel sangue di una donna in Uganda nel distretto West Nile, da cui il nome. Il virus è diffuso in Africa, Asia occidentale, Europa, Australia e America ed è presente stabilmente anche in Italia nella Pianura Padana. La via di trasmissione più comune all’uomo è attraverso la puntura di una zanzara infetta

Il test è utile per individuare gli anticorpi contro il Virus del Nilo occidentale e aiuta nella diagnosi dell’infezione. 

Che cosa significa il risultato del test?

Un risultato positivo può indicare un’infezione recente o passata da virus del Nilo occidentale; il risultato tuttavia deve essere interpretato insieme ad altri dati clinici e di laboratorio prima di diagnosticare un’infezione.

Come avviene l’esame?

Il test viene eseguito mediante prelievo di sangue dal braccio.

Sono previste norme di preparazione?

No, non sono previste particolari norme di preparazione per questo esame. 

Si ricorda che i risultati degli esami di laboratorio devono essere inquadrati dal medico, tenendo conto di eventuali farmaci assunti, prodotti fitoterapici e della storia clinica​.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici