COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

BICARBONATI (IDROGENOCARBONATO)

Cosa sono i bicarbonati e perché si esegue il test per misurare la quantità di bicarbonati nel sangue?

In condizioni normali, lo ione bicarbonato (HCO3-) determina il 95% del contenuto di CO2 nel plasma e la sua concentrazione è regolata dall’attività renale.

Il rimanente 5% di CO2 si presenta come gas disciolto e la sua quantità viene determinata dall’attività respiratoria. Una piccolissima percentuale è rappresentata dall’acido carbonico (H2CO3).

Il test serve a misurare il contenuto totale di CO2 e indica se i due termini sono aumentati o diminuiti.

Cosa significa il risultato del test?

Una maggiore quantità di CO2 nel sangue può indicare alcalosi metabolica, insufficiente scambio respiratorio di anidride carbonica o depressione del centro del respiro.

Una minore quantità di CO2 nel sangue può indicare iperventilazione protratta, insufficienza renale, acidosi metabolica nel diabete, perdita della secrezione alcalina intestinale e aumento del cloro.

Come avviene l’esame?

Il test viene eseguito mediante prelievo di sangue venoso dal braccio.

Sono previste norme di preparazione?

No, non è richiesta nessuna preparazione particolare per questo esame.

Si ricorda che i risultati degli esami di laboratorio devono essere inquadrati dal medico, tenendo conto di eventuali farmaci assunti, prodotti fitoterapici e della storia clinica​.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici