COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 82224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Alluminio

Cos’è l’alluminio e perché si esegue il test per monitorare il livello di alluminio nel sangue? 

In individui in condizioni fisiologiche normali, l’assunzione giornaliera di alluminio, che va dai 5 ai 10 mg, viene completamente eliminata mediante filtrazione dell’alluminio dal sangue da parte dei glomeruli del rene.

I pazienti affetti da insufficienza renale (RF) perdono la capacità di eliminare l’alluminio, che se persiste nel sangue dando effetti tossici. 

L’alluminio che non viene espulso si accumula nel sangue dove si lega alle proteine e si distribuisce attraverso il corpo per poi accumularsi in due siti: il cervello, provocando demenza, e le ossa, dove sostituisce il calcio interrompendo la normale formazione del tessuto osseo provocando anche un iperparatiroidismo secondario

Cosa significa il risultato del test?

Un risultato positivo indica un sovraccarico di alluminio nel sangue. 

Come avviene l’esame?

Il test viene eseguito mediante prelievo di sangue dal braccio, siero o plasma. 

Sono previste norme di preparazione?

No, non sono previste norme di preparazione. 

Si ricorda che i risultati degli esami di laboratorio devono essere inquadrati dal medico, tenendo conto di eventuali farmaci assunti, prodotti fitoterapici e della storia clinica​.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici