COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Vista

La vista è uno dei cinque sensi, insieme a tatto, udito, gusto e olfatto. La vista è il senso preposto alla percezione degli stimoli visivi.

 

Che cos’è la vista?

 

La vista è il senso che permette di discriminare forme, rilievi, distanza e colori di ciò che viene osservato. La visione binoculare (ovvero quella effettuata da entrambi gli occhi contemporaneamente) permette la percezione della tridimensionalità degli oggetti (visione stereoscopica).

 

Il meccanismo che consente la visione di ciò che ci circonda è molto complesso. Per far sì che gli stimoli visivi che colpiscono gli occhi vengano correttamente interpretati dal cervello è necessario che prima di arrivare alla retina gli stimoli luminosi passino attraverso le diverse componenti trasparenti che formano l’occhio (cornea, umor acque, cristallino e vitreo).

 

Cellule altamente specializzate chiamate fotorecettrici o recettori retinici presenti sulla retina (circa 6 milioni di coni e 120 milioni di bastoncelli) trasformano gli stimoli luminosi in impulsi nervosi (i coni rispondono a elevati livelli di intensità luminosa, mentre i bastoncelli rispondono a bassi livelli di intensità luminosa). Questi impulsi nervosi vengono quindi trasmessi dalle vie ottiche (un complesso sistema formato da nervi ottici, chiasma ottico, tratti ottici e corpi genicolati) a una specifica area del cervello, la corteccia visiva, deputata alla loro decodifica.

 

La visione è un processo attivo: una volta che l’immagine di ciò che stiamo osservando è impressa sulla retina, il processo visivo è in grado di discriminare informazioni differenti a seconda delle richieste elaborate dal cervello. È questo meccanismo che rende possibile la messa a fuoco di particolari specifici di un oggetto (come la forma, il colore o la distanza) rispetto ad altri dettagli.


I difetti della vista sono la miopia (la visione è nitida da vicino e sfocata e indistinta da lontano), l’ipermetropia (la visione è sfocata e indistinta da distanza ravvicinata e nitida da vicino) e l’astigmatismo (le immagini vengono percepite deformate e la deformazione è tanto maggiore tanto più elevato è il grado di astigmatismo), la presbiopia (disturbo dovuto alla riduzione fisiologica della capacità di mettere a fuoco le cose che si trovano a distanza ravvicinata, che insorge solitamente non prima dei 45 anni) e l’ambliopia (condizione caratterizzata da una riduzione dell’acuità visiva le cui cause non sono ancora del tutto note.

 

A cosa serve la vista?

 

La vista è il senso che presiede alla percezione degli stimoli visivi permettendo di discriminare forme, rilievi, distanza e colori di ciò che viene osservato.