COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Intestino tenue

L’intestino tenue rappresenta la porzione più sviluppata in lunghezza dell’intestino. Lungo circa 7 metri, si divide in tre porzioni chiamate, partendo dallo stomaco, duodeno, digiuno e ileo. Sfocia nell’intestino crasso tramite la valvola ileo-cecale (o valvola di Bauhin, dal cognome del medico svizzero che la descrisse nel XVI secolo).

 

Che cos’è l’intestino tenue?

L’intestino tenue è lungo circa 7 metri e si presenta ripiegato su se stesso. La mucosa che ne riveste le pareti interne è ricoperta dai villi intestinali (responsabili dell’assorbimento dei nutrienti introdotti attraverso il cibo) e da pliche circolari (la loro presenza serve per ampliare la superficie dell’intestino tenue affinché svolga al meglio i propri compiti di completamento della digestione e di assorbimento dei principi nutritivi).

Il duodeno è il tratto iniziale dell’intestino. A forma di C e lungo circa 25 centimetri, si estende dalla porzione terminale dello stomaco alla flessura duodenodigiunale ovvero la brusca curvatura che rappresenta l’ultimo tratto della porzione ascendente del duodeno e quella iniziale del digiuno. La mucosa che riveste questa porzione dell’intestino tenue provvede all’elaborazione della secretina (ormone che stimola la secrezione dei succhi coinvolti nella digestione) e della serotonina (neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale) e all’assorbimento del ferro e del calcio

Il digiuno rappresenta la seconda porzione in cui viene diviso l’intestino tenue; a questo fa seguito l’ileo dal quale si differenzia per poche caratteristiche (pareti più spesse, maggior numero di villi intestinali e di pliche circolari).

 

A cosa serve l’intestino tenue?

In generale l’intestino porta a termine la digestione iniziata nella bocca e proseguita nello stomaco. La funzione principale dell’intestino tenue è quella di completare la digestione tramite l’azione dei succhi enterici prodotti dalla secrezione delle ghiandole del Lieberkühn in esso presenti e di iniziare l’assorbimento dei principi nutrienti contenuti negli alimenti. Proprio per svolgere al meglio questa sua complessa funzione la superficie della mucosa che lo ricopre internamente viene considerevolmente ampliata dalla presenza dei villi intestinali e delle pliche circolari.