COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Moscardino

Che cos’è il moscardino?

Il moscardino (nome scientifico Eldone moschata) è un mollusco cefalopode della famiglia delle Octopodidae, la stessa di seppie e calamari. La varietà più pregiata è di colore bruno con sfumature grigio-bluastre ed è detta anche "muschiata" per il particolare odore che emana e che ricorda, appunto, il muschio. Il moscardino muschiato è lungo al massimo 40 centimetri (tentacoli compresi) e può raggiungere il peso di 700 grammi, anche se in commercio si trovano più frequentemente esemplari di circa 15-20 cm di lunghezza e 100-300 grammi di peso. Spesso confuso con il polpo, con cui condivide la tipica forma, si distingue da quest'ultimo per i tentacoli: il polpo presenta infatti sui tentacoli due file di ventose, mentre il moscardino solo una. Si riproduce tra gennaio e maggio. Cresce in prevalenza nel Mediterraneo e in particolare nel mare Adriatico (predilige fondali bassi e fangosi). La varietà meno pregiata – ma comunque molto diffusa – è di dimensioni inferiori e ha carni più chiare e viene chiamata "moscardino bianco".

 

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 grammi di moscardino apportano circa 75 Calorie e contengono approssimativamente:

  • 78 g di acqua
  • 12 g di proteine
  • 1,5 g di lipidi
  • 65 mg di colesterolo

Questo mollusco contiene buone quantità di vitamine (soprattutto la vitamina A, le vitamina del gruppo B e la vitamina E) e di sali minerali (tra cui potassio, sodio, fosforo). 

I grassi contenuti in questo mollusco sono perlopiù acidi grassi polinsaturi a lunga catena, i cosiddetti "grassi buoni".

 

Quando non mangiare il moscardino?

A oggi non sono note interazioni tra il consumo di moscardino e l'assunzione di farmaci o altre sostanze.

 

Stagionalità del moscardino

Il moscardino è presente nei nostri mercati tutto l'anno.

 

Possibili benefici e controindicazioni 

Il moscardino è un mollusco piuttosto apprezzato per la qualità delle sue carni. Questo mollusco contiene buone quantità di vitamine – soprattutto la vitamina A, le vitamina del gruppo B e la vitamina E – e di sali minerali – tra cui potassio, sodio e fosforo – oltre a proteine dall'elevato valore biologico e acidi grassi polinsaturi a lunga catena (i cosiddetti "grassi buoni"): è quindi un alimento sano che si presta a essere consumato da persone di tutte le età, bambini e anziani compresi, e che si presta anche al consumo da parte di soggetti con problematiche cardiovascolari. È inoltre un alimento ipocalorico e si presta quindi a essere inserito anche in regimi alimentari caratterizzati da ristretto introito calorico.

Il consumo del moscardino non presenta controindicazioni, a meno che non si soffra di allergia a questo mollusco.

 

Disclaimer 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici