COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Corvina

Che cos'è la corvina?

La corvina (Sciaena umbra) è un pesce d'acqua salata. Si tratta di una specie appartenente alla famiglia degli Sciaenidae, la stessa cui appartiene anche l'ombrina. Vive nel Mar Mediterraneo, nelle acque orientali dell'Oceano Atlantico (dalla Manica alla Mauritania, meno spesso anche a livello del Senegal) e nel Mar Nero, in particolare sui fondali rocciosi delle acque turche, ucraine, bulgare, rumene, georgiane e russe. Nel 2007 la sua pesca è stata proibita in Turchia allo scopo di proteggere la specie.

 

 

Quali sono le proprietà nutrizionali della corvina?

100 grammi di corvina apportano circa 93 Calorie e:

  • 18 grammi di proteine
  • 2,04 grammi di lipidi, fra cui: 0,64 grammi di acidi grassi saturi, 0,72 grammi di acidi grassi monoinsaturi e 0,68 grammi di acidi grassi polinsaturi
  • meno di 1 grammo di carboidrati
  • 0,02 grammi di sodio

 

Quando non mangiare la corvina?

Non risultano condizioni in cui il consumo di corvina potrebbe interferire con l'assunzione di farmaci o sostanze. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

Stagionalità della corvina

Gli esemplari di taglia maggiore di corvina vengono pescati in inverno. In primavera, invece, ai pesci grossi si aggiungono esemplari di taglia più piccola.

 

Possibili benefici e controindicazioni della corvina

Introdurre la corvina nella propria alimentazione aiuta a fare il pieno di proteine di qualità elevata e a rispettare le raccomandazioni degli esperti di nutrizione, secondo cui ogni settimana bisognerebbe portare nel piatto almeno due porzioni di pesce. In questo modo è possibile ridurre il consumo di carne e di altre fonti di proteine di origine animale che portano con loro una maggiore quantità di grassi saturi e di colesterolo. Il vantaggio principale risiede nel fatto che la corvina è anche una fonte di grassi buoni alleati della salute: gli acidi grassi monoinsaturi e gli acidi grassi polinsaturi. Non bisogna però dimenticare che anche questo alimento è una fonte di lipidi che possono far aumentare i livelli di colesterolo nel sangue; per questo è importante non eccedere nel consumo di prodotti di origine animale: evitando di assumere grassi saturi e colesterolo in eccesso si riducono i rischi corsi da cuore e arterie.

 

 

 

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un'alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

 

 

 

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici