COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

International Patients
+39 02 8224 6579

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Aragosta

Che cos’è l’aragosta?

L’aragosta è uno dei crostacei più pregiati. Appartenente al genere Palinurus, fra le specie più apprezzate è inclusa l’aragosta mediterranea, Palinurus elephas.

 

 

Quali sono le proprietà nutrizionali dell’aragosta?

100 g di aragosta fresca apportano circa 85 Calorie ripartite come segue:

  • 75% proteine
  • 20% lipidi
  • 5% carboidrati

Una volta bollita, la stessa quantità di aragosta apporta 107 Calorie ripartite nello stesso modo.

 

Più in particolare, in 100 grammi di aragosta bollita sono presenti circa:

 

 

Quando non mangiare l’aragosta?

Il carapace dell’aragosta è una fonte di glucosamina, molecola che potrebbe interagire con il warfarin, con alcuni antitumorali, con il paracetamolo e con gli antidiabetici. In caso di dubbio è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

 

Periodo di reperibilità dell’aragosta

L’aragosta mediterranea non può essere pescata dall’1 gennaio al 30 di aprile. La disponibilità sul mercato durante tutto l’anno è resa possibile dal suo allevamento.

 

 

Possibili benefici e controindicazioni dell’aragosta

Il consumo di crostacei come l’aragosta è stato associato a una riduzione del rischio di obesità, diabete e malattie cardiache e al miglioramento dei livelli di colesterolo nel sangue. In effetti anche l’aragosta è una fonte di omega 3, acidi grassi amici della salute cardiovascolare, e non solo. Gli omega 3 sono infatti stati associati anche a benefici a livello psicologico sia per gli adulti che per i bambini. Anche il selenio è importante per il buon funzionamento dell’organismo, in particolare per quello della tiroide. Rame e ferro aiutano invece a ridurre il rischio di anemia.

I crostacei possono essere causa di intolleranze alimentari. Inoltre l’aragosta può contenere mercurio tossico per la salute; per questo è bene non mangiarla troppo spesso, soprattutto durante la gravidanza.

Per ridurre il rischio di patologie di origine alimentare è bene acquistare aragoste fresche solo se sono state conservate a una temperatura non superiore ai 4 gradi e non bisogna esporle a lungo a temperature più elevate.

 

 

Disclaimer
Le seguenti informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici