COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Lenticchie

Che cosa sono le lenticchie?

Le lenticchie sono i semi di Ervum lens, una pianta della famiglia delle Leguminose Papillionacee. Legume molto antico, è da sempre considerato la “carne dei poveri” per l’alto contenuto di proteine e ferro rispetto agli altri alimenti di origine vegetale. Attualmente in Italia ne esistono moltissime varietà caratterizzate da importanti sfumature di sapore e da differenti colori: si va dall’arancione al grigio, passando per molte tonalità di marrone. Tra le più famose ricordiamo le lenticchie di Onano (Viterbo), le lenticchie di Castelluccio di Norcia (Perugia), le lenticchie di Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila) e le lenticchie di Villalba (Caltanissetta).

 

 

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 grammi di lenticchie secche cotte (bollite in acqua senza aggiunta di sale e scolate) apportano circa 92 Calorie, ripartite come segue:

  • 66% carboidrati
  • 30% proteine
  • 4% lipidi

 

In particolare, in 100 grammi di lenticchie secche cotte (bollite in acqua senza aggiunta di sale e scolate) sono presenti circa:

  • 69.7 g di acqua
  • 6,9 g di proteine
  • 0,4 g di lipidi
  • 16,3 g di carboidrati
  • 13,5 g di amido
  • 0,7 g di zuccheri solubili
  • 8,3 g di fibra totale (fibra solubile 0,6 g; fibra insolubile 7,7 g)
  • 2 mg di sodio
  • 266 mg di potassio
  • 3 mg di ferro
  • 29 mg di calcio
  • 146 mg di fosforo
  • 28 mg di magnesio
  • 1,1 mg di zinco
  • 0,3 mg di rame
  • 4 µg di selenio
  • 0,12 mg di tiamina (vitamina B1)
  • 0,05 mg di riboflavina (vitamina B2)
  • 0,6 mg di niacina (vitamina B3 o vitamina PP)

 

 

Quando non mangiare le lenticchie?

Il consumo di lenticchie è sconsigliato ai soggetti affetti da gotta o uremia, poiché contengono molte purine.

 

Stagionalità delle lenticchie

Le lenticchie si raccolgono tra giugno e luglio, quando il baccello inizia a ingiallire, ma poiché il loro consumo avviene perlopiù previa essiccazione sono presenti nei supermercati durante tutto il corso dell’anno. Un largo consumo delle lenticchie viene inoltre fatto di quelle in barattolo già lessate.

 

Possibili benefici e controindicazioni delle lenticchie

Grazie all’importante apporto di fibre le lenticchie risultano essere un valido aiuto per aumentare il senso di sazietà e facilitare il transito intestinale. Grazie all’alto quantitativo di minerali di cui sono composte, le lenticchie sono un alimento adatto in caso di affaticamento, denutrizione e anemia.

 

Le lenticchie contengono inoltre gli isoflavoni, composti dalle proprietà antiossidanti, utili contro i radicali liberi. La Tiamina (vitamina B1) in esse presente, inoltre, favorisce la memoria e la concentrazione, mentre la vitamina B3 (o vitamina PP) aiuta l’organismo a gestire in modo ottimale l’energia e a ridurre i trigliceridi nel sangue.
Quanto alle controindicazioni, è bene non esagerare con la quantità di lenticchie consumata – così come accade per gli altri legumi – soprattutto in caso di predisposizione a problemi intestinali come la colite, che potrebbero peggiorare con il consumo di questo alimento. Le lenticchie vanno consumate sempre previa cottura poiché quando sono crude presentano al loro interno sostanze non digeribili (che vengono distrutte durante la cottura).

 

 

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici