COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Cachi

Che cosa sono i cachi?

I cachi sono i frutti di specie appartenenti al genere Diospyros, a sua volta incluso nella famiglia delle Ebenaceae. Si tratta di frutti originari della Cina che nel corso dei secoli si sono diffusi nella penisola coreana e in Giappone per giungere, nella metà del XIX secolo, fino in California.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali dei cachi?

100 g di cachi apportano 70 Calorie e:

  • 18,9 g di carboidrati
  • 0,58 g di proteine
  • 0,19 g di lipidi
  • 3,6 g di fibre
     
  • 7,6 mg di colina
  • 7,5 mg di vitamina C
  • 0,73 mg di vitamina E
  • 0,10 mg di niacina
  • 0,10 mg di piridossina
  • 0,03 mg di tiamina
  • 0,02 mg di riboflavina
  • 8 µg di folati
  • 2,6 µg di vitamina K
  • 81 UI di vitamina A
  • 161 mg di potassio
  • 17 mg di fosforo
  • 9 mg di magnesio
  • 8 mg di calcio
  • 1 mg di sodio
  • 0,355 mg di manganese
  • 0,15 mg di ferro
  • 0,113 mg di rame

Fra i carotenoidi, i cachi contengono:

  • beta-carotene (253 µg)
  • beta- criptoxantina (1.447 µg)
  • luteina e zeaxantina (834 µg)
  • licopene (159 µg)

Inoltre le varietà dette astringenti sono particolarmente ricche di tannini, meno abbondanti nelle varietà dette “non astingenti”.

Infine, i cachi sono fonti di flavonoidi (ad esempio catechine e gallocatechine) e di acido betulinico.

 

Quando non mangiare i cachi?

I cachi possono interferire con l’azione dei farmaci antipertensivi perché possono essere associati a una riduzione della pressione.

 

Possibili benefici e controindicazioni dei cachi

I cachi sono ottime fonti di fibre benefiche per l’intestino e per la salute cardiovascolare e di molecole dall’attività antiossidante che possono aiutare a proteggere le cellule dall’invecchiamento e da diverse malattie. Le catechine sono state associate anche ad attività anti-infettive, antinfiammatorie e antiemorragiche. L’acido betulinico sembra invece esercitare un’azione antitumorale. Infine, le vitamine e minerali apportati dai cachi agiscono come cofattori per diversi enzimi, inclusi quelli che aiutano l’organismo a difendersi dallo stress ossidativo.c

 

Periodo reperibilità/stagionalità dei cachi

La stagione dei cachi inizia a ottobre e termina a dicembre. Le varietà non astringenti non si conservano a lungo dopo la maturazione; quelle astringenti possono invece essere conservate in frigorifero per diversi mesi e devono essere consumate solo una volta che la polpa avrà raggiunto una consistenza gelatinosa.

 

Disclaimer

Le seguenti informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici