COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

International Patients
+39 02 8224 6579

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Olio di cocco

Che cos’è l’olio di cocco?

L’olio di cocco è un grasso ottenuto dalla noce di cocco. In alcuni casi viene definito “vergine” per indicare che non è stato processato, mentre altre volte si parla di olio di cocco “spremuto a freddo”, cioè ottenuto mediante spremitura meccanica in condizioni di temperatura controllata (non superiore a 49 °C).

 

 

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 g di olio di cocco apportano circa 900 Calorie sotto forma di lipidi.

 

In particolare, 100 g di olio di cocco apportano:

  • 86,8 g di grassi saturi
  • 6,25 g di grassi monoinsaturi sotto forma di acido oleico
  • 1,6 g di grassi polinsaturi sotto forma di acido linoleico

 

Fra le vitamine e i minerali, 100 g di olio di cocco apportano:

 

Quando non consumare l’olio di cocco?

Non risultano interazioni tra il consumo di olio di cocco e l’assunzione di farmaci o altre sostanze. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

 

Reperibilità dell’olio di cocco

L’olio di cocco è reperibile sul mercato tutto l’anno.

 

 

Possibili benefici e controindicazioni

L’olio di cocco viene consigliato in caso di diabete, malattie cardiache, affaticamento cronico, morbo di Crohn, sindrome dell’intestino irritabile, diarrea, Alzheimer, obesità, problemi alla tiroide e per potenziare il funzionamento del sistema immunitario. Tuttavia, mancano prove scientifiche sufficienti a certificare gli effettivi benefici dell’olio di cocco in questi ambiti. Per di più dal punto di vista nutrizionale, l’olio di cocco è una fonte di quantità elevate di grassi saturi, quelli il cui consumo dovrebbe essere limitato al 10% massimo dell’apporto calorico quotidiano perché potrebbero aumentare il colesterolo “cattivo” esponendo la salute cardiovascolare a seri rischi. Tuttavia alcune ricerche sembrano indicare che questo grasso non sia associato a un aumento del rischio di infarto o di angina e che la sua assunzione sia associata anche a un aumento del colesterolo “buono”, quello amico della salute cardiovascolare. I dubbi e le contraddizioni sul tema sono però ancora molti. Alcune ricerche suggeriscono che eventuali benefici potrebbero dipendere dal tipo di trigliceridi di cui è ricco l’olio di cocco – quelli a catena media – ma la conoscenza del problema è ancora del tutto preliminare.

 

 

 

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici