COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Succhi di frutta

Che cosa sono i succhi di frutta?

I succhi di frutta sono bevande ottenute dalla spremitura dei frutti. Per legge è possibile definire tali solo prodotti composti interamente da frutta, senza aggiunta di zuccheri; i prodotti ottenuti da puree di frutta o da succo (o da entrambi) con aggiunta di acqua e zuccheri sono invece definiti nettari di frutta e secondo la Direttiva UE 2012/12, i suoi successivi aggiornamenti e i decreti nazionali di recepimento devono contenere una quantità minima di frutta variabile a seconda del tipo di frutta utilizzata (50, 40, 25%). Nel caso dei nettari più consumati in Italia (pera, pesca, mela e albicocca) la percentuale minima di frutta è pari al 50%, fatta eccezione per l'albicocca, nel cui caso la percentuale di frutta minima  è pari al 40%.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali?

Le proprietà nutrizionali dei succhi di frutta possono variare molto a seconda della loro origine e del metodo di preparazione. Secondo le analisi condotte dall’Inran (l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione), 100 g di succo di albicocca o di pera apportano 56 Calorie ripartite come segue:

  • 96% carboidrati
  • 2% proteine
  • 2% lipidi

In particolare, 100 g di succo di frutta (albicocca e pera) contengono:

  • 84,5 g di acqua
  • 14,6 g di carboidrati disponibili, fra cui 14,5 g di zuccheri solubili e quantità trascurabili di fibre
  • 0,3 g di proteine
  • 0,1 g di lipidi
  • 11 mg di fosforo
  • 8 mg di calcio
  • 0,3 g di ferro
  • 0,3 g di niacina
  • 0,03 mg di riboflavina
  • 0,01 mg di tiamina

 

Quando non bere i succhi di frutta?

La possibilità che i succhi di frutta possano interferire con l’assunzione di farmaci o di altre sostanze dipende dai frutti utilizzati per preparali. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico. 

 

Reperibilità dei succhi di frutta

I succhi di frutta confezionati sono reperibili sul mercato tutto l’anno. I succhi di frutta fresca possono essere invece preparati in base alla stagionalità degli ingredienti scelti.

 

Possibili benefici e controindicazioni

I succhi di frutta sono bevande dissetanti e rinfrescanti che nell’opinione comune sono considerate più salutari rispetto ad altre bevande analcoliche, come le bibite gassate. Dal punto di vista nutrizionale si tratta di una fonte di micronutrienti importanti per la salute dell’organismo (sia minerali che vitamine); non bisogna però sottovalutare il loro contenuto in zuccheri, soprattutto quando non si tratta di prodotti a base del 100% di polpa di frutta. Per questo non dovrebbero essere considerati dei sostituti della dose quotidiana di frutta raccomandata dagli esperti.

Il consumo di succhi di frutta è stato inoltre associato a danni ai denti, ad esempio allo smalto. Infine, i succhi di frutta, soprattutto quelli industriali a basso contenuto di polpa di frutta, non sono una fonte di fibre paragonabile alla frutta fresca.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici