COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 82224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Rinoplastica


La rinoplastica è l’intervento che permette di correggere completamente la forma del naso, punta compresa. Se sono presenti problemi di respirazione si modifica anche il setto, la parte osseo-cartilaginea che separa le narici.

 

Che cos’è la rinoplastica?

In base alle necessità, si modificano la forma del dorso, ad esempio eliminando la gobba, le ossa nasali, avvicinandole se il naso risulta essere troppo largo, e la punta, quando è troppo lunga, in giù o “a patata”.

 

Come si svolge la rinoplastica?

L’azione chirurgica inizia dalla punta, che viene rimodellata intervenendo sulle cartilagini, e prosegue poi con la correzione delle ossa, del dorso ed eventualmente del setto. L’intervento avviene in anestesia generale e non lascia cicatrici evidenti, in quanto tutte le incisioni vengono effettuate internamente.

 

Quali sono i pro e i contro della rinoplastica?

La rinoplastica permette di correggere praticamente ogni difetto del naso, ma è un intervento piuttosto impegnativo soprattutto per quanto riguarda la convalescenza. Dopo l’intervento, il paziente indossa un tutore rigido, che deve tenere per 5-7 giorni. Al termine di questo periodo, il tutore viene sostituito con cerotti, da portare per 2-5 giorni. Lividi e gonfiore tendono a scomparire spontaneamente nel corso di 5-7 giorni, ma può restare un gonfiore residuo anche per alcune settimane.

 

La rinoplastica è dolorosa e/o pericolosa?

Se eseguito da mani esperte e in una struttura adeguata, la rinoplastica non è un intervento pericoloso. Quanto al dolore, è facilmente controllabile con gli analgesici e in generale la è meno che in passato, perché si utilizzano tamponi diversi (gomma piuma gonfiabile) rispetto a quelli utilizzati un tempo.

 

Chi può effettuare la rinoplastica?

Pazienti in buone condizioni di salute, che non sono soddisfatti della forma del loro naso o che soffrono di problemi di respirazione.

 

Follow up

Il paziente deve essere seguito per 6-12 mesi, per verificare l’evoluzione di tutte le strutture modificate (ossa, cartilagini, tessuti molli). Dopo questo periodo, in assenza di problemi quali traumi o incidenti, il risultato è definitivo e non sono più necessari controlli

 

Sono previste norme di preparazione all’intervento?

Per sostenere l’intervento di rinoplastica sono necessari gli esami del sangue, l’elettrocardiogramma, la visita dall’anestesista e la radiografia del torace. Di solito il paziente rimane ricoverato per una notte.

Rinoplastica

 

La rinoplastica è l’intervento che permette di correggere completamente la forma del naso, punta compresa. Se sono presenti problemi di respirazione si modifica anche il setto, la parte osseo-cartilaginea che separa le narici

 

Che cos’è la rinoplastica?

In base alle necessità, si modificano la forma del dorso, ad esempio eliminando la gobba, le ossa nasali, avvicinandole se il naso risulta essere troppo largo, e la punta, quando è troppo lunga, in giù o “a patata”.

 

Come si svolge la rinoplastica?

L’azione chirurgica inizia dalla punta, che viene rimodellata intervenendo sulle cartilagini, e prosegue poi con la correzione delle ossa, del dorso ed eventualmente del setto. L’intervento avviene in anestesia generale e non lascia cicatrici evidenti, in quanto tutte le incisioni vengono effettuate internamente.

 

Quali sono i pro e i contro della rinoplastica?

La rinoplastica permette di correggere praticamente ogni difetto del naso, ma è un intervento piuttosto impegnativo soprattutto per quanto riguarda la convalescenza. Dopo l’intervento, il paziente indossa un tutore rigido, che deve tenere per 5-7 giorni. Al termine di questo periodo, il tutore viene sostituito con cerotti, da portare per 2-5 giorni. Lividi e gonfiore tendono a scomparire spontaneamente nel corso di 5-7 giorni, ma può restare un gonfiore residuo anche per alcune settimane.

 

La rinoplastica è dolorosa e/o pericolosa?

Se eseguito da mani esperte e in una struttura adeguata, la rinoplastica non è un intervento pericoloso. Quanto al dolore, è facilmente controllabile con gli analgesici e in generale la è meno che in passato, perché si utilizzano tamponi diversi (gomma piuma gonfiabile) rispetto a quelli utilizzati un tempo.

 

Quali pazienti possono effettuare la rinoplastica?

Pazienti in buone condizioni di salute, che non sono soddisfatti della forma del loro naso o che soffrono di problemi di respirazione.

 

Follow up

Il paziente deve essere seguito per 6-12 mesi, per verificare l’evoluzione di tutte le strutture modificate (ossa, cartilagini, tessuti molli). Dopo questo periodo, in assenza di problemi quali traumi o incidenti, il risultato è definitivo e non sono più necessari controlli

 

Quali sono le norme di preparazione per la rinoplastica?

Per sostenere l’intervento di rinoplastica sono necessari gli esami del sangue, l’elettrocardiogramma, la visita dall’anestesista e la radiografia del torace. Di solito il paziente rimane ricoverato per una notte.