COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Craniectomia sottodurale

La craniectomia, procedura nota anche come cranioresezione, è un’operazione chirurgica consistente nell’asportazione di un tratto più o meno ampio delle ossa craniche. La craniectomia sottodurale (o subdurale) è una craniectomia che viene eseguita a livello subdurale, ovvero tra la dura madre (la membrana che avvolge encefalo e midollo spinale) e la membrana aracnoide (strato intermedio dei tre rivestimenti – meningi – del sistema nervoso centrale, compreso tra la pia madre, con la quale è intimamente associato, e la dura madre).

 

Che cos’è la craniectomia sottodurale?

La craniectomia sottodurale (o subdurale) è una craniectomia che viene eseguita attraverso la via sottodurale, ovvero tra la dura madre (la membrana che avvolge encefalo e midollo spinale) e la membrana aracnoide (strato intermedio dei tre rivestimenti – meningi – del sistema nervoso centrale, compreso tra la pia madre, con la quale è intimamente associato, e la dura madre). Questo tipo di trattamento si esegue per lo più a scopo decompressivo per il trattamento di diverse condizioni patologiche come le emorragie dovute a diverse cause (ictus emorragici, traumi, rottura di aneurismi) e altre malattie, come l’idrocefalo.

 

Come si svolge la craniectomia sottodurale?

Il chirurgo deve aprire il cranio con ampiezza sufficiente per lo scopo da raggiungere. La cranioresezione può essere definitiva e comportare quindi l’asportazione completa di una parte di osso cranico oppure può essere temporanea, e consistere quindi nell’aprire uno sportello formato da un lembo di parti molli e osso che verrà poi ricollocato al proprio posto per richiudere l’apertura (quest’ultima viene chiamata anche craniectomia parziale o osteoplastica).

 

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della craniectomia sottodurale?

Questo tipo di intervento chirurgico, estremamente delicato e piuttosto invasivo, permette di trattare delle condizioni patologiche che non potrebbero essere trattate altrimenti: quando l’intervento è ritenuto necessario, dunque, i “pro” del trattamento superano i “contro”.

 

La craniectomia sottodurale è un intervento doloroso e/o pericoloso?

Come molti altri interventi chirurgici che interessano il cervello, l’intervento di craniectomia sottodurale è piuttosto invasivo e comporta un decorso post operatorio che necessita di costante controllo medico e non è esente da complicazioni, alcune delle quali possono risultare anche molto gravi.

 

Chi può sottoporsi a craniectomia sottodurale?

Trattandosi di un intervento che permette di trattare delle condizioni patologiche che non potrebbero essere trattate altrimenti, vengono candidati a sottoporsi a craniectomia sottodurale tutti quei soggetti per i quali si rende necessario questo tipo di approccio.
I pazienti per i quali possono sussistere controindicazioni alla sottoposizione a questo tipo di approccio chirurgico sono quelli molto anziani e/o fragili e quelli con importanti problematiche legate alla coagulazione del sangue.