COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Centro per la ricostruzione funzionale e biologica del ginocchio

Il Centro per la Ricostruzione funzionale e biologica del ginocchio ha come mission il trattamento ricostruttivo del ginocchio, spaziando dalla patologia dello sport alla patologia degenerativa e ai trattamenti biologici.

È diretto dal professor Maurilio Marcacci che con il suo gruppo ha svolto un’attività trentennale presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna. All’interno del Centro svolgono la propria attività anche la prof.ssa Elizaveta Kon, Responsabile della Sezione di Ortopedia Traslazionale, e il dott. Francesco Iacono, Responsabile del Centro Chirurgia Protesica e Ricostruzione Biologica Articolare presso Humanitas San Pio X. Questo Centro racchiude quindi l’esperienza e la professionalità di un gruppo che ha acquisito nei decenni, grazie  alla costante attività clinica e di ricerca nell’ambito dell’innovazione nelle tecniche chirurgiche, una competenza specifica nella cura del paziente e nello sviluppo di nuove tecnologie mediche. In particolare gli innovativi trattamenti per la ricostruzione legamentosa, i trapianti meniscali e la rieducazione di pazienti sportivi di altissimo livello sono gli argomenti di maggiore interesse per il Centro.

Il gruppo del professor Marcacci detiene brevetti ed è a capo di progetti di ricerca traslazionale per lo sviluppo e la validazione di nuovi impianti protesici: la ricerca nel campo della biomeccanica ha portato a innovazioni nella computer-aided surgery, dai sistemi di navigazione tradizionali ai nuovi sensori giroscopici, allo sviluppo di tecnologie di roentgenstereofotogrammetria dinamica, alla partecipazione allo sviluppo di nuovi disegni protesici custom-made.

Un altro dei filoni di ricerca clinica riguarda da lungo tempo il dominio della ricostruzione cartilaginea, dallo sviluppo di nuovi biomateriali allo studio di nuove applicazioni per cellule multipotenti e fattori di crescita plasmatici.

Sempre vivo poi, l’interesse per la ricostruzione di difetti ossei post traumatici di grandi dimensioni, che sono stati trattati con l’uso di cellule staminali espanse in associazioni a biomateriali.

Il gruppo è parte attiva di numerosi progetti di ricerca e studi clinici internazionali, in molti casi nelle vesti di coordinatore, specialmente per quello che concerne l’uso di prodotti biologici (fattori di crescita, cellule staminali e scaffold bioingegnerizzati) per il trattamento della patologia osteocartilaginea sia di natura degenerativa sia post traumatica.

L’insieme delle conoscenze di biomeccanica, di medicina dello sport e di medicina rigenerativa, accompagnato da una notevole esperienza nella ricerca clinica e pre-clinica, confluisce in un nuovo ambito di ricerca applicata dedicata alla ricostruzione articolare biologica, in particolare nello sviluppo di nuovi concetti di sostituzione articolare che riguardano tutte le componenti articolari, dall’osso alla cartilagine alle strutture legamentose.

L’obiettivo è quello, in futuro, di affiancare alle protesi metalliche comunemente usate oggi e indicate in pazienti di età avanzate con scarse richieste funzionali, sistemi di ricostruzione articolare che possano ripristinare le caratteristiche biologiche e garantire una qualità di vita migliore in pazienti giovani, permettendo loro di non rinunciare alle attività sportive, anche agonistiche.

Molti procedimenti terapeutici alla base di questa “ricostruzione biologica” sono già una realtà clinica applicata presso il nostro Centro. In ultima istanza, l’obiettivo finale della ricerca portata avanti dall’équipe del prof.  Marcacci è quello di sviluppare un nuovo approccio alla ricostruzione funzionale e biologica articolare.