Il gonfiore addominale è un disturbo molto diffuso, in particolare nelle donne. A cosa è dovuto e come contrastarlo? Ne ha parlato la dottoressa Beatrice Salvioli, gastroenterologa di Humanitas, in un’intervista a Obiettivo salute su Radio24.

Se negli uomini il gonfiore addominale è prevalentemente dovuto a un consumo eccessivo di alcolici, nelle donne le cause possono essere molteplici. Può esservi per esempio anche un accumulo di tessuto adiposo; possono giocare un ruolo gli ormoni sia durante la fase del ciclo mestruale sia in menopausa, così come può incidere l’assunzione di alcuni farmaci, come gli antidepressivi.

“Se il gonfiore è localizzato alla bocca dello stomaco, possiamo ipotizzare due cause prevalenti: un’infiammazione dello stomaco (come per esempio una gastrite), in questo caso è bene rivolgersi al medico che prescriverà i necessari accertamenti e l’eventuale terapia; oppure un momento di stress importante che blocca il diaframma e influisce sulla corretta respirazione con conseguente dolore e gonfiore. Se il gonfiore invece è posto sotto l’ombelico, il problema è di natura intestinale”, ha spiegato la dottoressa Salvioli.

Le cattive abitudini e il ruolo della respirazione nella prevenzione

Giocano poi un ruolo le cattive abitudini legate all’alimentazione. Molte persone mangiano velocemente, masticando in maniera insufficiente, magari consumano il pranzo davanti al computer o al telefono o assumendo una postura scorretta. Sono tutti fattori che contribuiscono ai problemi di digestione e al gonfiore.

“Consiglio prima di mangiare di dedicare 5-10 minuti alla respirazione diaframmatica: questa aiuta il rilassamento e la preparazione dello stomaco, allentando le tensioni muscolari e facilitando la digestione”, suggerisce la specialista.

Le scelte migliori a tavola

Diverso è poi mangiare a casa dal mangiare in mensa, per esempio. In mensa, chi soffre di gonfiore o fatica a digerire, dovrebbe preferire piatti semplici e poco conditi per evitare di appesantirsi e avere problemi di digestione. “Chi soffre di gonfiore poi dovrebbe anche evitare di mangiare insalata o la cosiddetta insalatona; meglio un piatto di pasta o un secondo di carne o pesce con verdura cotta di contorno. L’insalata infatti fermenta e causa gonfiore; anche chi soffre di gastrite dovrebbe evitarla. Da evitare anche la frutta a fine pasto, meglio consumarla lontano dai pasti come spuntino.

Infine, l’ideale è bere acqua naturale a temperatura ambiente, se possibile un bicchiere d’acqua ogni ora”, ha concluso la dottoressa Salvioli.

Ascolta l’intera intervista alla dottoressa Salvioli, clicca qui.

 

 

Prenota una visita con la dott.ssa Beatrice Salvioli