Prendono il via oggi, lunedì 30 ottobre, i Giorni della Ricerca di AIRC. Un’iniziativa dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro che fino al 5 novembre punta a informare la cittadinanza sui progressi compiuti dalla ricerca nell’ambito della prevenzione, della diagnosi e della cura del cancro e per presentare quali saranno le prossime sfide dei ricercatori nella lotta ai tumori.

I Giorni della Ricerca saranno anche l’occasione per raccogliere fondi che sostengano il lavoro quotidiano dei 5.000 ricercatori AIRC, impegnati quotidianamente nei laboratori delle università, negli ospedali e nelle istituzioni di ricerca. 

Il cancro in Italia

Oggi in Italia si guarisce di più e il nostro Paese si colloca al vertice in Europa per le guarigioni: è infatti aumentata la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi. Secondo le stime però, nel 2030 il cancro sarà la prima causa di morte e i nuovi casi all’anno, nel mondo, potrebbero raggiungere i 21,6 milioni.

È dunque fondamentale continuare a investire nella ricerca, agevolando così il lavoro dei ricercatori oncologici italiani, nella speranza che trovino nuove armi di diagnosi precoce e di cura.

Gli ambiti di ricerca

Sono diversi gli ambiti di impegno dei ricercatori, dai quali si aspettano importanti progressi, come per esempio: la medicina personalizzata, la biopsia liquida nella diagnostica e l’immunoterapia contro le cellule tumorali. Inoltre gli studi sulla carta d’identità genetica dei tumori potrebbero favorire la messa a punto di percorsi di cura più efficaci e più tollerabili anche nel lungo periodo, grazie alla suddivisione dei pazienti alla luce della loro capacità di risposta a determinate terapie.

La Campagna RAI, il numero solidale e i Cioccolatini della Ricerca

Nel corso dei Giorni della Ricerca le trasmissioni radio e tv Rai ospiteranno una campagna di informazione per raccontare i passi avanti della ricerca, attraverso la voce dei ricercatori e dei pazienti.

È inoltre attivo fino al 14 novembre il numero solidale 45510 per effettuare una donazione con sms o tramite chiamate da telefono fisso.

Sabato 4 novembre i volontari AIRC saranno presenti in oltre 900 piazze italiane con i Cioccolatini della Ricerca: con una donazione minima di 10 euro si avrà una confezione con 200 grammi di cioccolato fondente, un alimento che se assunto in modiche quantità, porta benefici grazie alle sue proprietà antiossidanti. Dal 6 novembre la distribuzione dei Cioccolatini prosegue nelle 1.900 filiali UBI Banca. Insieme ai cioccolatini verrà distribuita la Guida “La ricerca ci fa vivere” con preziose informazioni su prevenzione, diagnosi e cura del cancro e con la testimonianza della campionessa Margherita Granbassi, volontaria e ambasciatrice dell’Associazione.

Per ulteriori informazioni www.airc.it.