L’Helicobacter pylori è un batterio molto diffuso e molto antico; secondo le ultime ricerche sembra insidiasse anche la salute di Otzi, l’uomo dei ghiacci vissuto circa 5.300 anni fa e rinvenuto sulle Alpi Venoste. La scoperta di Helicobacter pylori ha rivoluzionato la storia della medicina. Ne ha spiegato i motivi la dottoressa Beatrice Salvioli, gastroenterologa in Humanitas, in una recente intervista alla trasmissione Cuore e Denari, in onda su Radio 24.

 salvioli

Perché la scoperta di Helicobacter pylori è stata così importante?

La scoperta di questo batterio ha davvero rivoluzionato la storia della medicina e gli studiosi responsabili hanno vinto il premio Nobel nel 2005. Un tempo si pensava che le gastriti e le ulcere fossero dovute a condizioni di iperacidità dello stomaco, in realtà si è poi scoperto che queste condizioni sono spesso associate a Helicobacter pylori.

 

Quali sintomi possono farne sospettare la presenza?

In genere si utilizza il termine dispepsia che significa alterazione della digestione e che si traduce in una serie di sintomi come: difficoltà a digerire, gonfiore, bruciore di stomaco, sonnolenza post prandiale. Questi sintomi possono essere riconducibili a reflusso, gastrite, ulcera o a un’infezione da Helicobacter pylori.

 

Come si esegue la diagnosi di infezione da Helicobacter Pylori?

La metodica più semplice per diagnosticare l’infezione da Helicobacter pylori è l’esecuzione di test non invasivi come il breath test all’urea e l’esame delle feci.

Il breath test all’urea è un test del respiro: il paziente viene invitato a bere una sostanza e poi a soffiare, se il battere è presente nell’organismo vengono liberate ammoniaca e anidride carbonica. L’esame delle feci invece cerca l’antigene di Helicobacter pylori in un campione di feci.

 

Come si cura?

È necessaria la terapia antibiotica, perché si tratta di un’infezione. Nella maggior parte dei casi la terapia antibiotica è risolutiva, una nuova esecuzione del breath test all’urea o dell’esame delle feci consente di verificare l’effettiva eradicazione del battere.

Prenota una visita con la dott.ssa Salvioli

 

Per ascoltare tutta l’intervista alla dottoressa Beatrice Salvioli clicca qui.