COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Tumore della prostata, il prof. Guazzoni per AIRC ospite a Uno Mattina

Lotta al cancro, il prof. Giorgio Guazzoni, Responsabile di Urologia, è stato ospite di Uno Mattina, nella puntata andata in onda lo scorso 5 novembre, per parlare di prevenzione e cura della prostata in occasione della campagna “Io ci sono” promossa da AIRC.

Schermata 2015-11-10 alle 18.18.39

 

Quali temi sono stati affrontati durante la trasmissione?

Si è conclusa domenica la settimana dedicata ai “Giorni della Ricerca”, appuntamento promosso dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro per informare l’opinione pubblica sui risultati ottenuti nei laboratori e raccogliere fondi con iniziative sui media e sul territorio per finanziare progetti dedicati al percorso di crescita dei giovani ricercatori italiani di talento. Per l’occasione, il prof. Guazzoni è stato ospite del programma Uno Mattina andato in onda lo scorso 5 novembre su Rai 1 per parlare delle nuove prospettive terapeutiche nella lotta al cancro della prostata, rese possibili grazie alla ricerca.

Sorveglianza attiva e approccio osservazionale, utilizzo estensivo del PSA per la selezione dei tumori cosiddetti “indolenti” (che non vanno incontro a progressione), biopsie prostatiche guidate dalla fusione delle immagini ottenute dalla fusione di immagini della risonanza magnetica e dell’ecografia. Sono alcuni dei temi affrontati dal prof. Guazzoni, Responsabile di Urologia di Humanitas.

Guarda l’intervista completa, a partire dal minuto 49’30’’.

 

 

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici