COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Lampascioni

Che cosa sono i lampascioni?

I lampascioni (Leopoldia comosa o Muscari comosum, detti anche lampagioni, cipollacce turchine, cipolle canine, cipollacci col fiocco o giacinti dal pennacchio) sono dei bulbi appartenenti alla famiglia delle Liliaceae particolarmente diffusi in Puglia e Basilicata. Simili a delle piccole cipolle, crescono a 10-30 centimetri di profondità e possono essere mangiati come tali (ad esempio in insalata, in padella o fritti dopo essere stati impastellati), oppure essere aggiunti alla preparazione di sughi, di salse o di piatti a base di carne (per esempio bolliti), o, ancora, possono essere conservati sott'olio o sott'aceto. Il loro sapore è tipicamente amaro con un fondo dolciastro.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 grammi di lampascioni (parte edibile) apportano 40 Calorie e:

I lampascioni sono una fonte di mucillagini e gomme.

 

 

Quando non mangiare i lampascioni?

Non risultano interazioni tra il consumo di lampascioni e l'assunzione di farmaci o altre sostanze. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 


Stagionalità dei lampascioni

I lampascioni vengono in genere raccolti in estate e in autunno.

 

 

Possibili benefici e controindicazioni

Ai lampascioni sono attribuite proprietà benefiche già dalle epoche degli antichi Egizi, Greci e Romani. Nel I secolo dopo Cristo, il medico, botanico e farmacista greco Dioscoride attribuiva a questi bulbi proprietà afrodisiache e stimolanti. Nel II secolo dopo Cristo, invece, il medico Galeno di Pergamo li consigliava in virtù delle sue proprietà depurative, diuretiche e lassative. Inoltre sembra che le loro mucillagini e le loro gomme possano esercitare attività antinfiammatoria e contrastare l'insorgenza di mutazioni.

Applicato esternamente, il lampascione può avere anche un effetto emolliente indicato in caso di acne e arrossamenti, irritazioni e secchezza cutanea.

Il consumo di lampascioni può aumentare il meteorismo. Inoltre se mangiati in quantità eccesive possono esercitare un effetto purgante.

 

 

 

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un'alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.