COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Malassorbimento di calcio e vitamina D

D. Gent.mo dr. Massarotti, ho 48 anni, e già dall'età di 35 anni, mi è stata diagnosticata un'osteoporosi, dovuta a Sindrome da malassorbimento per reiterati interventi all'apparato digerente. Ora sono in menopausa da 4 anni, e negli ultimi 3 anni c'è stato un marcato peggioramento. Ora, per i miei problemi allo stomaco non mi è possibile assumere calcio per via orale, quindi mi è stato detto che l'unico modo per somministrarmelo è in vena, due volte a settimana. E' vero che non esiste altro modo per la somministrazione? E in caso positivo, dovrò sottopormi alla cura per tutta la mia vita? Le faccio presente che l'esame effettuato sulla funzionalità tiroidea è normale, ed il metabolismo fosfo-calcico non ha evidenziato valori molto fuori dalla norma. E' stata invece evidenziata una carenza di vitamina D. La ringrazio anticipatamente.





R. Gentile utente, gli interventi chirurgici per obesità si associano pressoché invariabilmente ad un malassorbimento di calcio e vitamina D che può tradursi in osteoporosi e/o osteomalacia. E' fondamentale pertanto cercare di supplire a tale evenienza mediante il regolare apporto di calcio tramite la dieta (latte, derivati, acque ricche di calcio) o tramite supplementi farmacologici. Il ricorso a calcio per via endovenosa non è generalmente necessario a meno che non si osservino riduzioni significative dei livelli di calcio circolanti. Peraltro il mantenimento di adeguati livelli circolanti di 25-OH vitamina D (>30 ng/mL) è fondamentale proprio per garantire l'assorbimento intestinale di calcio. Le consiglio pertanto di provvedere ad una correzione dei livelli di 25-OH vitamina D e ad un successivo controllo degli esami di laboratorio. Cordiali saluti.