COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

Ortho center
+39 02 8224 8225
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
fertility center
+39 02 8224 4646
centro oculistico
+39 02 8224 2555
centro obesità
+39 02 8224 6970
Cardio Center
+39 02 8224 4330
cancer center
+39 02 8224 6280

Chirurgia toracica

L'Unità Operativa di Chirurgia Toracica affronta tutti i problemi di interesse chirurgico del distretto toracico e svolge la propria attività clinico-scientifica prevalentemente nel campo delle neoplasie primitive e metastatiche del polmone. L'Unità adotta le tecniche più innovative in campo chirurgico e gli orientamenti più moderni negli schemi sia di diagnosi sia di trattamento, in stretta collaborazione con l'Unità Operativa di Oncologia Medica e con la Radioterapia.


In particolare, l'Unità Operativa di Chirurgia Toracica si occupa di:

  • trattamento delle neoplasie primitive polmonari in stadio avanzato (N2) dopo chemioterapia e radioterapia di induzione (è fra i primi dieci centri specialistici italiani)
  • trattamento delle neoplasie polmonari (T4) estese ai grossi vasi, alla trachea, alla parete toracica e alle vertebre con moderne tecniche di ricostruzione. Sulla chirurgia vertebrale oncologica, l'Unità Operativa è per casistica la prima a livello nazionale e fra le prime a livello internazionale
  • trattamento chirurgico delle metastasi polmonari volto ad una completa rimozione, ove possibile, utilizzando le più moderne tecniche recettive (laser)
  • videotoracoscopia e accessi mini-invasivi per tutte le necessità diagnostiche in oncologia toracica, per tutte le neoplasie benigne del polmone, del mediastino e dell'esofago. Videolobectomie polmonari per neoplasie maligne primitive al I stadio o per patologie benigne
  • chirurgia delle neoplasie del mediastino sia benigne sia maligne, quando possibile con approccio mini-invasivo. La chirurgia della timectomia allargata per la miastenia grave viene effettuata con tecnica videotoracoscopica
  • chirurgia dell'esofago con approcci combinati cervico-laparo-toracotomici. In particolare viene utilizzata la poco invasiva toracotomia anteriore "muscle-sparing", che garantisce un più rapido recupero funzionale
  • chirurgia correttiva delle malformazioni dello sterno con metodica tradizionale. A breve, in casi selezionati, sarà possibile anche la correzione con tecnica mini-invasiva
  • videotoracoscopia per pneumotorace spontaneo, cui viene spesso associata una pleurectomia parziale onde ridurre al minimo il rischio di recidive
  • videotoracoscopia per simpaticectomia toracica per la cura dell'iperidrosi palmare e della sindrome di Raynaud
  • endoscopia toracica operativa con endoscopio rigido per disostruzioni tracheo-bronchiali e posizionamento di stent; rimozione di corpi estranei dall'albero respiratorio.

L’avvio del programma di chirurgia robotica si prefigge di migliorare ulteriormente la qualità della chirurgia nel trattamento mininvasivo del tumore polmonare in stadio iniziale e in casi selezionati di tumore localmente avanzato e delle patologie mediastiniche (timoma, resezioni per miastenia e tumori rari del mediastino) grazie ai benefici legati alla migliore definizione delle strutture anatomiche con visione tridimensionale ad immersione, movimenti più precisi ed intuitivi, maggiore radicalità a livello mediastinico e minore degenza postoperatoria attesa.

L'Unità Operativa di Chirurgia Toracica dispone di un reparto di degenza ordinaria con camere attrezzate anche per il trattamento postoperatorio semi-intensivo, camere di Day Hospital per i ricoveri diagnostici diurni ed ambulatori specialistici per procedure fibrobroncoscopiche diagnostiche.

La collaborazione con l'Unità Operativa di Riabilitazione consente l'ottimizzazione del recupero funzionale postoperatorio in un ambiente idoneo.


A livello di ricerca, l'Unità Operativa si è in questi anni contraddistinta per alcuni studi sulla biologia molecolare e sulla diagnosi precoce delle neoplasie polmonari. In collaborazione con il National Cancer Institute (NCI-USA) ha condotto uno studio sulla Genetic Epidemiology of Lung Cancer (GELCS).

Recentemente si è concluso il reclutamento di 2400 soggetti fumatori o ex fumatori per uno studio randomizzato sullo screening del tumore polmonare ideato dal prof. Ravasi (progetto DANTE). Altri studi di biologia molecolare sono in corso con le Oncologie Sperimentali dell'Istituto Tumori di Milano.

I progetti  di ricerca in corso includono inoltre:

  • l’analisi sul ruolo delle cellule tumorali circolanti nel tumore polmonare e nel mesotelioma;
  • la valutazione dell’impatto della chirurgia robotica sulla qualità di vita, sull’attivazione del sistema immunitario e sul tasso di complicanze perioperatorie nel trattamento del tumore polmonare e dei timomi;
  • valutazione dell’impatto prognostico della risposta immunitaria peritumorale in pazienti con tumore del polmone;
  • la valutazione del ruolo di alcune proteine del citoscheletro (filamina) nella prognosi e metastatizzaiozne dei tumori neuroendocrini del polmone.